Mer. Mag 12th, 2021

Un’indagine che considerando i lunghi tempi in cui si è protratta sembrava chiusa, invece arriva per “Euroscuola” un vero e proprio terremoto. Il Tribunale della Libertà di Reggio Calabria annulla con sentenza la maggior parte delle ordinanze che avevano portato all’arresto o all’emissione di misure restrittive per gli odierni imputati. Tutti i tecnici imputati nel procedimento, che hanno fatto richiesta al TDL, hanno ottenuto il provvedimento di annullamento.  Per quanto stabilito dal Tribunale la misura restrittiva della libertà personale non doveva essere applicata, così rimangono indagati a piede libero con un notevole alleggerimento della loro posizione processuale, alcuni dei principali imputati come l’avv. Luca Maio difeso dal padre Nino. Anche per il padre del Sindaco di Locri, l’ing. Salvatore Calabrese, difeso dall’Avv. Giovanni Scarfò, l’ordinanza è stata annullata. Soddisfatto il figlio Giovanni che ai nostri microfoni ha espresso fiducia nella giustizia: “sono certo, come ebbi modo di dire in Consiglio Comunale che in brevissimo tempo la posizione di mio padre sarà del tutto stralciata da questo processo” , aggiunge Calabrese “questo è solo un primo atto, le dinamiche processuali dimostreranno la completa estraneità del mio genitore”. Ma a far vacillare l’impianto accusatorio è lo stesso Pubblico Ministero Antonio De Bernardo che ha chiesto l’incidente probatorio sugli atti prodotti nell’indagine. In particolare il PM vuole vederci chiaro e rifare la perizia su tutti gli atti amministrativi ed urbanistici prodotti. Sul sequestro dei beni si attende la sentenza del Tribunale della Libertà per la settimana prossima.

Giuseppe Mazzaferro

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.