Gioiosa Jonica: Modafferi (PD) interroga il sindaco sulla mancata approvazione del rendiconto di gestione 2016

317

Al Presidente del Consiglio Comunale

 di Gioiosa Ionica

 sig.Maurizio Zavaglia

 p.c.

Al Sig. Sindaco

del Comune di Gioiosa Ionica                                                                                                                                                                                                                       Salvatore Fuda

p.c.

All’Ufficio di Segreteria

del Comune di Gioiosa Ionica

dott.Arturo Tresoldi

e p.c. al Sig.Prefetto di Reggio Calabria

 

INTERROGAZIONE

(art. 43 T.U. enti locali approvato con D. Lgs n. 267/2000 – art. 23 regolamento comunale)

 

 

Oggetto: richiesta di relazione scritta e dettagliata sulle ragioni della mancata approvazione del rendiconto di gestione esercizio finanziario 2016.

 

PREMESSO CHE

 

  • in base all’art. 227 del D. Lgs. 267/2000 (Testo Unico Enti Locali), la dimostrazione dei risultati di gestione avviene mediante il rendiconto, il quale comprende il conto di bilancio, il conto economico ed il conto del patrimonio;
  • sempre in base all’appena menzionato D. Lgs., il rendiconto è deliberato dal Consiglio Comunale entro il 30 aprile dell’anno successivo al quale fa riferimento, tenuto motivatamente conto della relazione dell’organo di revisione;
  • lo stesso D.Lgs. prevede che “[…] la proposta è messa a disposizione dei componenti dell’organo consiliare prima dell’inizio della sessione consiliare in cui viene esaminato il rendiconto entro un termine, non inferiore a venti giorni[…]”;
  • in caso di mancata approvazione del rendiconto di gestione esercizio finanziario entro il 30 aprile dell’anno successivo, si applica la procedura dell’art. 141, comma 2 D. Lgs. n. 267/2000 (“… trascorso il termine entro il quale il bilancio deve essere approvato senza che sia stato predisposto dalla giunta il relativo schema, l’organo regionale di controllo nomina un commissario affinché lo predisponga d’ufficio per sottoporlo al consiglio. In tal caso e comunque quando il consiglio non abbia approvato nei termini di legge lo schema di bilancio predisposto dalla giunta, l’organo regionale di controllo assegna al consiglio, con lettera notificata ai singoli consiglieri, un termine non superiore a 20 giorni per la sua approvazione, decorso il quale si sostituisce, mediante apposito commissario, all’amministrazione inadempiente. Del provvedimento sostitutivo è data comunicazione al prefetto che inizia la procedura per lo scioglimento del consiglio”).

 

 

CONSIDERATO CHE:

 

  • al 30 aprile 2017, il Consiglio Comunale di Gioiosa Ionica non ha adempiuto agli obblighi di legge relativi all’approvazione del rendiconto di gestione;
  • scaduto infruttuosamente il termine del 30 aprile per l’approvazione del rendiconto relativo all’esercizio finanziario 2016, il Prefetto di Reggio Calabria diffidava (n. 53954 del 4.5.2017), il Comune di Gioiosa Jonica a provvedere all’approvazione del rendiconto di cui sopra entro 20 giorni;
  • ai consiglieri comunali non è stata messa ancora a disposizione la relativa documentazione, in contrasto con il 2° comma dell’art. 227 del TUEL;
  • contrariamente al Bilancio di previsione, che implica una certa discrezionalità nelle scelte da operare, il rendiconto costituisce la sintesi di attività già effettuata, di uscite ed entrate storicamente definite alla data del 31 dicembre 2016, pertanto, non si riesce a comprendere quale difficoltà sia stata riscontrata nella redazione del predetto documento contabile;

 

il sottoscritto Consigliere Comunale

 

INTERROGA

 

il Sig. Sindaco o Suo delegato affinché riferisca, urgentemente, con risposta scritta e dettagliata le ragioni del ritardo nell’approvazione del rendiconto 2016.

 

Si richiede risposta scritta entro i termini di legge e regolamento.

 

Con osservanza.

 

Gioiosa Jonica, 05 maggio 2017

 

Il Consigliere Comunale Riccardo Modafferi

_______________________________________

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.