LA CALABRIA SI TINGE DI ROSA: IL GIRO D’ITALIA ARRIVA A RC PER LA 6° TAPPA

286

Il Giro d’Italia arriva a Reggio Calabria per la sesta tappa che risale gran parte della Regione sino a raggiungere le Terme Luigiane. Il famoso e attesissimo evento festeggia il Centenario e per celebrare le bellezze della penisola, la percorre da cima a fondo, facendo tappa in ogni Regione. Oggi è il turno della Calabria. Dalla Sardegna alla Sicilia, ieri dopo aver raggiunto la cima dell’Etna sono arrivati a Messina dove a trionfare è stato Fernando Gaviria nominato il Re dello Stretto. Per Reggio Calabria è una vetrina importantissima soprattutto sotto il fronte turistico, i vari spettatori potranno ammirare  in streaming mondiale le bellezze, di una città troppo spesso martoriata e in stato di degrado, nonché la gara alla quale prendono parte alcuni dei più grandi campioni del ciclismo di tutto il mondo.

Ma la città reggina ha vissuto qualcosa di simile già nel 2005 dove in quell’occasione il giro d’Italia partì con ben 7 giorni di festa, un evento che si trasformò in un volano per l’economia ed il turismo calabrese. Che sia anche questa l’occasione di rinascita?

Evento al quale partecipano numerosi ragazzi, liberi dagli impegni scolastici, il Sindaco Falcomatà ha infatti deciso di chiudere le scuole per garantire una partecipazione attiva ma anche per motivi di ordine pubblico.

La giornata ha inizio sul lungomare di Reggio Calabria alle ore 11:30 per poi giungere al chilometro zero tra Pentimele e Archi, in seguito Gallico, Villa San Giovanni, Scilla, Bagnara per poi giungere alla Piana di Gioia Tauro.

“Davvero una grande emozione, un’opportunità straordinaria per la città. Reggio si è colorata di rosa e già da qualche giorno si respira una splendida atmosfera. Sarà una bellissima festa, il villaggio sul Lungomare accoglierà migliaia di persone, atleti, appassionati, addetti ai lavori, giornalisti e tantissimi turisti che invaderanno la nostra città con la possibilità di apprezzarne le principali bellezze”. Queste le parole colme di entusiasmo da parte del Primo cittadino Falcomatà, consapevole dell’importanza non solo sportiva dell’evento, che a distanza di cento anni continua a dar voce al paese.

SARA FAZZARI

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.