Mar. Mag 11th, 2021

DOPO IL PIGNORAMENTO FORZATO, EQUITALIA REVOCA L’ATTO E CHIEDE ALL’INPS DI SBLOCCARE I SOLDI TRATTENUTI A ROMEO INGIUSTAMENTE, MA L’ENTE PREVIDENZIALE, AD UN MESE DALLA PRIMA PROTESTA CHE HA PORTATO ALLA REVOCA, NON HA ANCORA RESTITUITO LA SOMMA DECURTATA DI EURO 11 MILA.

RICORDIAMO CHE COSIMO ROMEO SI VEDEVA PIGNORATO DI UN TERZO IL SUO TFR, CIO’ SENZA ALCUNA SPIEGAZIONE NE’ PREAVVISO. I FATTI SI RIFERISCONO A FEBBRAIO SCORSO, QUANDO EQUITALIA, TRAMITE L’INPS, IL BLOCCAVA 11 MILA EURO, SENZA PREAVVISARE IL CITTADINO, IL QUALE SOLO A MARZO SI ACCORGE DELLE STRANE TRATTENUTE SUL CEDOLINO DEL TFR.

PER CHIARIRE LA POSIZIONE, ROMEO SI RECA AGLI SPORTELLI DEGLI UFFICI EQUITALIA DI LOCRI, MA SENZA ESITO.  A QUESTO PUNTO PER FARSI ASCOLTARE E DIMOSTRARE (CON CARTE ALLA MANO) CHE LE TRATTENUTE ERANO INGIUSTE, INIZIA UNA MANIFESTAZIONE PACIFICA FUORI DAGLI UFFICI E CON TANTO DI CARTELLO CHE RECITAVA: “SCIOPERO DELLA FAME E DELLA SETE PER TRATTENUTE INGIUSTE E COATTE”.

DOPO DUE GIORNI, IL DIRETTORE LO CONVOCA ALL’INTERNO DEGLI UFFICI EQUITALIA AL FINE DI CHIARIRE LA POSIZIONE, E COSI’ FINALMENTE IL 7 APRILE OTTIENE UN DOCUMENTO DI REVOCA DEL PIGNORAMENTO. TALE ATTO VIENE INOLTRATO CON PEC ALL’INPS DI REGGIO CALABRIA PER CHIEDERE L’ACCREDITO URGENTE DELLE SOMME SPETTANTI.

L’INPS PRONTAMENTE RISPONDE DICENDO DI ESSERE A CONOSCENZA DI TALE REVOCA, IN QUANTO HA RICEVUTO LA DOCUMENTAZIONE UFFICIALE DA EQUITALIA, E CHE PROCEDERA’ AL PAGAMENTO NON APPENA SARANNO ESPLETATE LE OPERAZIONI CONTABILI.

TUTTAVIA, A DISTANZA DI UN MESE, L’INPS NON HA ANCORA PROVVEDUTO AD ACCREDITARE TALI SOMME, DI CONSEGUENZA L’ERRORE FATTO PRECEDENTEMENTE DA EQUITALIA VIENE PROTRATTO NEL TEMPO DALL’INPS, CHE PER INERZIA DANNEGGIA ULTERIORMENTE COSIMO ROMEO IL QUALE, PUR ESSENDO IN PENSIONE DA OLTRE 7 MESI, NON PUO’ ANCORA GODERE DELLA SUA LEGGITTIMA LIQUIDAZIONE, NONOSTANTE LA LEGGE PREVEDA UN’ATTESA MASSIMA DI 107 GIORNI DAL MOMENTO IN CUI IL LAVORATORE CESSA IL SERVIZIO.

ROMEO HA DECISO CHE, DA LUNEDI 8 MAGGIO RIPRENDERA’ LO SCIOPERO, QUESTA VOLTA DINNANZI AGLI UFFICI DELLA SEDE INPS DI LOCRI FINCHE’ NON VERRA’ BONIFICATO QUANTO DOVUTO. (foto del 7 aprile)

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.