Il Prefetto di Reggio Calabria Di Bari evidenzia “controindicazioni” sui candidati anche a Bovalino

336

Ombre lunghe si stagliano sulle prossime elezioni amministrative fissate all’11 giugno nei comuni di Bagnara Calabra, Bovalino e Campo Calabro.

Il prefetto di Reggio Calabria, Michele Di Bari, infatti, durante l’audizione dinanzi alla Commissione parlamentare Antimafia, in vista delle prossime elezioni amministrative di giugno che coinvolgono 77 comuni (in origine erano 81 ) della Calabria, di cui 21 nella provincia di Reggio, ha dichiarato che «i singoli candidati hanno condizioni di candidabilità ed eleggibilità ma quasi tutti sono collegati con soggetti che hanno ‘controindicazioni’, o direttamente o indirettamente».

Il prefetto precisa che «alcuni candidati consiglieri comunali come io certificherò con una nota riservata alla commissione, hanno molte “controindicazioni”, che ho la vaga impressione che daranno molto lavoro alle prefetture». Il prefetto ha spiegato che alcuni comuni, prossimi al voto, sono sottoposti «ad un monitoraggio rafforzato sia della campagna elettorale che dei candidati». Tra questi, Bagnara Calabra, comune sciolto per la prima volta nel 2015 , «dove è continua la presenza delle cosche e si eleggeranno 16 consiglieri comunali e sono state presentate 4 liste».

il quotidiano del sud

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.