Riace: spiaggiato vivo un esemplare di Tursiope

472

Un intenso pomeriggio a supporto del Servizio Veterinario Asp Rc, impegnato nello spiaggiamento di un Tursiope vivo a Riace (Rc). L’esemplare, una femmina di 2,78 mt, è, purtroppo, deceduto poco dopo l’arrivo dei soccorsi. Ce l’abbiamo messa tutta ma questa volta non c’è stato nulla da fare. I cetacei si possono spiaggiare per diversi motivi, e nella stragrande maggioranza dei casi non sopravvivono. In questo caso le possibili cause dello spiaggiamento saranno accertate dagli organi competenti e IZS in sede autoptica. Ci teniamo a ricordare a tutti le semplici norme da osservare quando ci si imbatte in un delfino spiaggiato, vivo o morto che sia:
– non toccare assolutamente e per nessuna ragione l’animale, per la vostra salute e sicurezza, in quanto gli animali spiaggiati sono malati e in genere portatori di numerose patologie trasmissibili all’uomo (anche gravi)
– contattare tempestivamente la Capitaneria di Porto di competenza o chiamare il Numero Blu 1530 (Guardia Costiera)
– se vivo, evitare di circondare l’animale causandogli ulteriore stress, quindi allontanare bambini e curiosi e attendere i soccorsi o disposizioni dal personale

Si ringraziano il Dott.Giugno e la dott.ssa Genovese dell’Asp veterinaria per il tempestivo intervento, la Guardia Costiera di Roccella Ionica e i signori che dopo aver segnalato lo spiaggiamento sono rimasti sul posto fino all’arrivo dei soccorsi.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.