Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

‘SISTEMA RENDE’: CHIESTO IL RINVIO A GIUDIZIO PER SANDRO PRINCIPE

249

Dopo tre udienze il pm della Dda di Catanzaro, Pierpaolo Bruni, ha concluso la sua requisitoria nell’udienza preliminare a carico dei dieci indagati nell’inchiesta “Sistema Rende”. Bruni ha chiesto il rinvio a giudizio dell’ex assessore regionale Sandro Principe, dell’ex sindaco di Rende Umberto Bernaudo e degli ex assessori comunali Pietro Ruffolo e Giuseppe Gagliardi. Bruni ha chiesto inoltre la condanna dei sei indagati processati con rito abbreviato. Nella sua requisitoria il pm ha parlato di “costante utilizzazione del clan Lanzino-Ruà in varie campagne elettorali”. Gli indagati sono accusati, a vario titolo, di concorso esterno in associazione mafiosa, voto di scambio e corruzione.

Nel processo col rito abbreviato il pm Bruni ha chiesto la condanna a sei anni di reclusione per Michele Di Puppo e Adolfo D’Ambrosio, presunti affiliati alla cosca Lanzino-Ruà; 4 anni per Francesco Patitucci e Umberto di Puppo, anche loro presunti del gruppo criminale, ed un anno e 4 mesi per l’ex consigliere regionale Rosario Mirabelli e per il suo collaboratore Marco Paolo Lento. L’udienza preliminare davanti al gup, Pietro Carè, proseguirà il 23 giugno, mentre il processo con rito abbreviato è fissato per il 22 settembre.

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.