Mar. Mag 18th, 2021

Disposto un nuovo computo di tutte le schede della 81 e della 82 e la contestuale verifica dei verbali. Ma le stranezze non finiscono qui. Il precedente del 2012

Ancora una volta, a 48 ore dal voto, Catanzaro non ha i dati ufficiali della consultazione elettorale. Colpa, in questa occasione, delle sezioni 81 e 82 i cui verbali e le cui schede sono finite davanti alla commissione elettorale presieduta dal giudice Alessandro Bravin dopo che alcuni numeri non tornavano.
La vicenda, sebbene non arrivino conferme dirette da parte degli organi ufficiali, appare spinosa: se per la sezione 81, infatti, si tratterebbe soltanto di qualche errore contabile, per la sezione 82 un paio di voti in più rispetto al numero di votanti non troverebbero riscontro in un mero errore di calcolo.
Allora, mentre la commissione ha disposto un nuovo conteggio di tutte le schede delle due sezioni e la contestuale verifica dei verbali, per la città comincia a serpeggiare il dubbio che qualcosa non sia andato per il verso giusto, così come avvenne nel 2012 quando l’allora candidato del centrosinistra fece ricorso – e vinse – a causa di alcune irregolarità riscontrate nella sezione 85 e in altre 7 sezioni, determinando l’esigenza di tornare a votare in quelle sezioni.
A parte il caso delle due sezioni non ancora chiuse, poi, sono diverse le segnalazioni di candidati che lamentano l’assenza di voti a loro dire “certi” come qualcuno che addirittura non avrebbe riscontro del proprio voto e di quello del proprio nucleo familiare. In questo caso, però, la spiegazione più plausibile appare il caos che la doppia preferenza di genere ha provocato durante lo scrutinio. Anche queste situazioni, però, saranno da analizzare.

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.