Ven. Mag 14th, 2021

 

Dalla Solmisazione al canto arriva al suo quinto compleanno. L’evento organizzato dal Coro Shalom, è diventato un atteso appuntamento per gli appassionati di musica corale e per coloro che hanno voglia di approfondire alcuni aspetti dell’esposizione vocale canora e confrontarsi tra di loro.

L’evento si terrà il 17 giugno prossimo a partire dal mattino, quando avrà inizio il consueto Laboratorio di tecnica vocale. Anche quest’anno il Laboratorio sarà tenuto dal M° Carlo Frascà, che ormai collabora con il Coro che fa gli onori di casa da diversi anni.

Come ogni anno, nella prima parte del laboratorio, verranno introdotti alcuni aspetti della Biologia del Canto, mentre nel pomeriggio si approfondiranno aspetti di concertazione ed esecuzione di alcuni dei brani più belli del Requiem di Mozart.

Una vera giornata di studio per tutti i coristi provenienti da vari luoghi della Calabria che hanno inteso far parlare di questo territorio meraviglioso, per le qualità e le doti che i suoi abitanti possiedono e non per i fatti di cronaca. La Calabria è bellezza, in tutte le sue forme. È cultura e ricchezza di suoni, mescolati al colore e al calore della voci degli stessi calabresi, infatti durante il concerto che chiuderà la manifestazione, sarà possibile ascoltare un programma ricco e variegato nel genere e con stili e tecniche canore diverse. Dal classico, si passerà al moderno, senza tralasciare il tradizionale. Le donne del coro Shalom, continuano quindi a lanciare la loro sfida.

Quest’anno ci sarà il ritorno del Coro Polifonica Aulos di Lamezia Terme, che si è esibito a Caulonia durante la prima edizione dell’evento e il giovanissimo coro della Diocesi di Locri-Gerace, costituito dalle varie realtà parrocchiali, per questo motivo definito Unione diocesana dei cori Parrocchiali. I cori sono diretti rispettivamente dal M° Rosa D’Audino e dal cauloniese Isidoro Galdino che da poco meno di un anno, guida la nuova creatura con ottimi risultati. Ad arricchire la serata vi sarà un vasto organico di musicisti, tutti calabresi: Ilario Albanese – tromba, Matteo Camerieri – saxofono baritono, Antonio Gentile – saxofono tenore, Alessandro Fida – saxofono alto, Enzo Lucano – chitarra, Caterina Pizzata – pianoforte, Francesco Scordamaglia –saxofono soprano ed infine Enzo e Giulio Sorace – percussioni.

Durante il concerto i cori ospiti si avvicenderanno eseguendo tre pezzi del proprio repertorio e per finire tutti i partecipanti si fonderanno insieme all’organico strumentale per eseguire i brani oggetto di studio del laboratorio. Per gli appassionati dei canti tradizionali, il Coro Shalom presenterà un arrangiamento inedito del miserere, brano della tradizione religiosa cauloniese.

 

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.