Gio. Mag 6th, 2021

Si fanno già i primi nomi per ricoprire questo ruolo essenziale. Si cerca una figura di alto profilo per avviare un programma ambizioso.

Si cerca un direttore sportivo. Il motivo ? Per evitare di commettere alcuni errori compiuti nella stagione 2016-2017 in sede di mercato. Proprio per questo l’intenzione sarebbe quella di affidarsi a mani esperte, per programmare qualcosa di più importante. Il progetto Locri, insomma, continua, anche se le spallate non mancano in una piazza tanto calorosa, quando contraddittoria, dove spesso si critica per partito preso e non si apprezza ciò che invece di buono è stato fatto, soprattutto dal punto di vista delle credibilità.

Fermo restando che sopra ogni cosa c’è la vicenda del campo sportivo a tenere banco (e in tal senso una mossa dovranno darsela gli organi competenti), a Locri, come sovente avviene al termine di ogni stagione, impazza il “toto mercato” che in questi giorni sta riguardando anche la figura del ds.

Naturalmente siamo soltanto a livello di voci e di spifferi, che però nella cittadina della Locride spesso si sono trasformate in cose concrete. Fatto sta che per la figura di direttore sportivo circolano tre nomi. Si parla di Marcello Battaglia, attuale ds della Vibonese, di Carmelo Rappoccio, che aveva iniziato la stagione alla Palmese, e di Natino Varrà. qualora dovesse smettere di giocare e proseguire la sua avventura nel mondo del calcio come ds.

Solo fantacalcio ? Vedremo. Fatto sta che in tutti e tre i casi la società della presidente Modafferi si metterebbe al proprio interno gente che mastica calcio e saprebbe scegliere gli uomini giusti da inserire all’interno del progetto amaranto.

Marcello Battaglia in due settimane ha contribuito a portare la Vibonese dall’Eccellenza alla Lega Pro. Qualche settimana addietro la squadra rossoblù ha conosciuto un’amara retrocessione e adesso la situazione è in stand by. Non si è ancora parlato della sua posizione e di una sua permanenza in rossoblù, ma neppure si parla di un addio, anche se di voci ne sono giunte diverse sul suo conto, compreso l’interessamento di un club di Lega Pro. Al Locri potrebbe andarci qualora lo convincesse un progetto serio, per ripetere ciò che ha fatto a Vibo.

Carmelo Rappoccio ha costruito la Palmese edizione 2016-2017. Poi non si è capito per quale motivo ha deciso di andare via. Con il patron Carbone i contatti ci sono stati e ci sono tutt’ora . Ma nel momento in cui il Locri cerca un ds di alto profilo è normale pensare anche a lui, per quanto riguarda in questo caso le richieste e i contatti, in serie superiore non mancano.

Quindi ecco Natino Varrà, altra figura che ben si adatterebbe alle esigenze del Locri, qualora il club amaranto decidesse sul serio di avvalersi della figura di un ds e di dargi fiducia e carta bianca. Con lui si potrebbe fare  un discorso ad ampio respiro. Varrà non ha ancora deciso se appendere le scarpe al chiodo, ma se l’Eccellenza è questa può giocare ancora a lungo. Fatto sta che la Cittanovese l’ha allestita lui e i risultati si sono visti. Conosce benissimo la categoria e sa far sentire la sua voce dentro e fuori lo spogliatoio. Sarebbe un altro profilo ideale.

(fonte Quotidiano del Sud)

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.