Elezioni Palmi, sarà Trentinella a sfidare Ranuccio al ballottaggio

330

Il riconteggio delle schede ha ribaltato il risultato: la Di Certo è fuori dai giochi. Il commento della politica calabrese

PALMI – Il riconteggio delle schede a Palmi ha ribaltato il risultato elettorale. Non sarà la candidata Di Certo a sfidare Ranuccio al ballottaggio, ma Trentinella. A conclusione degli scrutini che si sono chiusi ieri mattina, risultavano essere al ballottaggio il candidato Giuseppe Ranuccio e l’avversaria Mimma Di Certo. Da qui le denunce dei numerosi rappresentanti di lista che hanno riscontrato delle irregolarità tra i conteggi finali dei voti e le trascrizioni sui verbali, soprattutto nel seggio numero sedici. Alla fine, con un distacco di soli 29 voti da Trentinella, Mimma Di Certo andava al ballottaggio contro Ranuccio. Subito, però, sono partite le denunce da parte di Francesco Trentinella, con conseguente richiesta di fare il riconteggio di voti e schede. Oggi il coup de théâtre presso il tribunale dove si è svolto il ricalcolo dei voti del seggio 16 che ha confermato l’irregolarità dei risultati. Non è tardata la risposta della Di Certo che ha chiesto venga fatta chiarezza su ciò che è accaduto, avendo sempre sostenuto e portato avanti insieme alla sua squadra di sostenitori il concetto di legalità, dichiarando, inoltre, di aver fatto richiesta ai suoi legali di preparare un’istanza da inviare al Tar per invalidare i verbali. Questo il suo commento: “Nessun elettore, nostro o non nostro, deve rimanere col dubbio che quei voti a me erroneamente attribuiti, siano frutto di una azione illegale, ha detto Mimma Di Certo. Se il popolo ha deciso che io non devo esserci al ballottaggio, io rispetto la volontà del popolo”. Anche il presidente del seggio 16 ha voluto spiegare ciò che è accaduto: sono stati trascritti “per stanchezza”, dopo oltre 24 ore di seggio, i voti della lista al singolo candidato.

ALESSANDRO NICOLO’ (CAPOGRUPPO FORZA ITALIA IN CONSIGLIO REGIONALE)

“Esprimo soddisfazione per la decisione della Commissione elettorale del Comune di Palmi di riconoscere le eccezioni sollevate dal candidato a Sindaco Francesco Trentinella in merito alle anomalie riscontrate nello scrutinio della sezione 16, che lo indicano nettamente come uno dei due candidati che andrà al ballottaggio tra due settimane”. Lo afferma in una dichiarazione il vice-coordinatore regionale e capogruppo di Forza Italia in Consiglio, Alessandro Nicolò.

“Tale verifica ha consentito – continua l’esponente politico – di ristabilire fedelmente la reale tracciabilità del consenso rimuovendo quegli errori che avrebbero portato la Di Certo, sostenuta dal presidente Oliverio e dal capogruppo PD alla Regione Romeo, al ballottaggio”. “Ancora una volta, grazie all’attenzione dei rappresentati di lista presenti nei seggi, – conclude Nicolò – è stato possibile evitare che venisse calpestata la volontà popolare”.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.