MARINA DI GIOIOSA, NAPOLI: ‘A RIINA E’ CONCESSO IL DIRITTO DI SAPERE, A NOI NO’ – L’INTERVISTA IN ESCLUSIVA A TELEMIA –

350

Ha avuto luogo ieri, come precedentemente annunciato, la conferenza stampa indetta dal dimissionario assessore all’Urbanistica del Comune di Marina di Gioiosa Jonica Isidoro Napoli per rendere chiarimenti alla cittadinanza in merito alla sua decisione di lasciare l’incarico politico in seno alla giunta Vestito. Una decisione che, Napoli l’ha immediatamente evidenziato, nulla ha a che vedere con ipotetiche crisi interne alla maggioranza. Al contrario. Isidoro Napoli, davanti ai nostri microfoni, ha ribadito l’importante lavoro svolto dall’Amministrazione comunale e i risultati ottenuti: “possiamo esserne orgogliosi” ha detto. “Le mie dimissioni sono un atto di protesta, un urlo contro lo stupro di democrazia ai danni di Marina di Gioiosa Jonica con questa scelta scellerata del Prefetto di Reggio Calabria di delegittimare una Amministrazione che è invece un fronte contro la ndrangheta”. Saranno gli atti, tuttavia, a detta del dimissionario a testimoniare l’azione importante di argine del malaffare portato avanti a testa alta e denti stretti dalla giunta di cui faceva parte. La decisione di Isidoro Napoli, dunque, si inquadra come una sorta di protesta contro l’isolamento che circonda il Comune di Marina di Gioiosa. “Il silenzio che accompagna questi provvedimenti, spiega infatti, non è sopportabile. Non ho altri poteri nelle mie mani se non urlare la mia indignazione. Urlo la mia rabbia perchè si sta indagando sugli atti di questo Comune”. Infine, secco l’affondo: ” Anche a Totò Riina è concesso il diritto di sapere se ci sono indagini sulla sua persona. A questa giunta non è concesso. Non è giusto e non è giusto il silenzio assordante della classe politica locale e regionale. Non abbiamo sentito una parola di conforto, salve da parte di qualche amico sindaco”.

INTERVISTA ALL’INTERNO DI TG NEWS

ALESSANDRA BEVILACQUA

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.