Sab. Mag 15th, 2021

di Franco Blefari

Non capita tutti… gli anni di vedere gli sposi andare in chiesa a piedi ( senza Limousine o Maserati che li aspetta all’uscita della chiesa ),al suono di organetto e tamburello e un stuolo di fanciulle in fiore che fanno loro da corona in abiti variopinti, richiamando alla mente i prati di una volta quando passava la primavera. Si sposa la figlia di Tota Pizzata, accompagnata in chiesa dal fratello Silvio, e Benestare è in festa, ma più che procedere verso la chiesa, dove li aspetta il parroco impaziente, il corteo sembra voglia tornare indietro nel tempo, talmente il connubio sposi-tarantella è coinvolgente. somigliando a quelle feste paesane che non ci sono più, che conservano ancora tutto il fascino di una volta, quando i suonatori in abiti di velluto, camicia bianca e “calandregli”, con le loro note, incendiavano gli invitati, impazienti “‘i si fannu ‘nu pedi”, prima e dopo la grande abbuffata nuziale in qualche frantoio del paese. Qualche lacrima non stona, davanti ad una scena che è l’immagine della semplicità e della tradizione popolare, anzi è come il classico formaggio sui maccheroni. Auguri agli sposi, che sono fieri delle loro radici!

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.