Sab. Ott 16th, 2021

L’ obiettivo è ricostituire completamente la squadra nel rispetto della possibilità economiche della società. A breve il colloquio con alcuni dei giocatori più rappresentativi

Il neo allenatore del Siderno, Francesco Galati, non si sbilancia più di tanto sul prossimo campionato, ma promette il massimo impegno da parte della squadra. “Comunque vadano le cose – afferma il tecnico – sarà un Siderno che farà divertire la tifoseria”.

Galati è stato a Siderno in qualità di giocatori e conosce bene l’ambiente, ma incalzato sul futuro afferma: “Non mi sento di fare promesse inutili ad una tifoseria che sarà certamente vicina alla squadra se vedrà in me e nei giocatori la volontà di far bene.

E questo sono sicuro che sarà la molla principale dell’organico che andremo a costruire per il nuovo Siderno. Sin da primo momento sono stato d’accordo con i dirigenti su quella che è la loro volontà, ovvero “ricostruire” completamente la squadra sulla base di un programma che consentirà al Siderno, nel giro di un paio d’anni, di puntare a mete più ambiziose ma che consenta al Siderno, nel giro di un paio d’anni, di puntare a mete più ambiziose ma che consenta già in questo campionato una buona classifica.

Per dirla in maniera più semplice ?

“E’ azzardato fare pronostici. A me starebbe bene portare il Siderno tra le prime cinque della classifica ma i conti veri si dovranno fare sul campo e si potranno fare solo quando avremo le idee chiare sull’organico che la società riuscirà ad allestrie”.

A proposito della squadra, c’è qualche giocatore sul quale punta in maniera particolare, magari del vecchio organico del Siderno ?

“Io penso di avere già le idee chiare sul tipo di formazione che spero di poter mandare in campo. Tutto dipenderà, ovviamente, dalle possibilità economiche che la società deciderà di stanziare. Rispetto ai giocatori della passata stagione credo sia giusto rispettare la decisione dei dirigenti di un rinnovamento totale, fatti salvi alcuni under di buona qualità.

Se dovessi fare un nome potrei dire che mi piacerebbe avere in squadra un giocatore come Bottiglieri. Un ragazzo completo che potrebbe fare la differenza. Ad ogni buon conto parleremo di giocatori nei prossimi giorni con Vumbaca e Di Maio e ci muoveremo secondo i dettami dei dirigenti. La squadra sarà allestita tenendo conto solo delle qualità tecniche dei giocatori ma anche del carattere e delle qualità umane. Vogliamo creare un gruppo coeso, capace di fare spogliatoio e di dare soddisfazioni ai tifosi. L’obiettivo principale è di creare entusiasmo in seno alla tifoseria. Il resto lo farà il campo.

In definitiva mister, soddisfatto di tornare a Siderno da allenatore ?

“Più che soddisfatto. Il Siderno è squadra che ha un grande blasone ed è gestita da persone serie che onorano gli impegni. Sono molto contento che la positiva esperienza fatta con il Roccella negli ultimi tre anni mi consentirà di far bene”.

(fonte Gazzetta del Sud)

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.