SIDERNO: LIBRA PROPONE DENOMINAZIONE PIAZZA A DONISI

501

L’Associazione culturale LIBRA, e con essa l’intera cittadinanza di Donisi, esprime tutta la propria soddisfazione per la ripresa dei lavori della Piazza, oramai sospesi dallo scorso dicembre.

Per tale ragione, ed in vista della conclusione dei medesimi lavori, LIBRA, in data odierna, ha protocollato al Comune di Siderno un’apposita “Proposta di denominazione della Piazza di Donisi”.

In particolare, nel rispetto delle disposizioni contenute nell’articolo 18 del Regolamento per la Toponomastica del Comune di Siderno (Le richieste di denominazione, per qualsiasi tipo di area di circolazione, possono essere avanzate da ciascun membro della Commissione Toponomastica, Consiglieri comunali, Enti pubblici o privati, Associazioni a carattere nazionale o locale, partiti politici, istituti, circoli, organizzazioni sindacali, comitati e almeno 50 cittadini. Le richieste medesime possono essere generiche, ossia con la sola indicazione del toponimo, lasciando al Comune di determinare a quale area di circolazione attribuirlo, oppure a specifiche se comprensive di tale determinazione. In ambedue i casi, chiunque avanzi proposte di denominazione deve presentare, oltre alla richiesta, anche una esauriente relazione che spieghi i motivi per cui si vuole intitolare un’area e illustri gli elementi che avvalorano l’accoglimento dell’istanza tenendo sempre presenti i criteri di cui all’art.9”) ha richiesto, alla “Commissione Toponomastica”, l’esame della seguente denominazione per la piazza:

PIAZZA “PIERRE CERESOLE”.

 

La domanda sorge spontanea… Chi era Pierre Ceresole???

 

Pierre Ceresole (Losanna, 17 agosto 1879Losanna, 23 ottobre 1945) è stato un pacifista svizzero, noto come fondatore del Servizio Civile Internazionale (S.C.I.).

In seguito alla violenta alluvione del 1951, che devastò l’intera Calabria, Pierre Ceresole inviò numerosissimi volontari dello S.C.I., provenienti da varie parti del mondo, per studiare la possibilità di aiuti e azioni di intervento nelle nostre zone. E’ da ricordare, in particolare, quello relativo alla costruzione del Ponte a Donisi in Siderno, inaugurato nel novembre 1952 nei pressi del Torrente San Filippo, ossia in prossimità della piazza in oggetto, già a Ceresole intitolato (egli, con lo S.C.I. e gli altri volontari di Donisi, si è reso protagonista anche della costruzione della Scuola Elementare, situata a circa 100 metri dal predetto ponte).

I dettagli delle operazioni di costruzione del ponte e delle altre attività ad essa collegate sono visualizzabili in uno “scritto storico”, dell’aprile 1977, di Pasquale Misuraca, membro onorario del Comitato di Quartiere di Donisi – Consigliere Nazionale dello SCI pro tempore, che ci siamo premurati di allegare alla presente richiesta.

Ci preme, inoltre, evidenziare come la “costruzione del Ponte” abbia avuto, per Donisi, valenza, non solo economica (rappresentando l’unica forma di collegamento con il centro cittadino di Siderno) ma anche, e soprattutto, socio-culturale. Lo scritto di Pasquale Misuraca, infatti, lo definisce come “ponte ideale umano con tutto il Mondo, al di sopra di ogni razza, confine, religione, lingua, ideologia e differenzie sociali…”. Insomma, fu uno dei primi esempi di quello spirito di GLOBALIZZAZIONE che, da lì a pochi anni, avrebbe portato la nostra Siderno ad essere meta di turisti, e non, di tutto il mondo!

 

D’altronde, anche gli abitanti di Donisi hanno apprezzato ed apprezzano, ancora oggi, le gesta di Ceresole e dello S.C.I.!

Noi di “Libra” ne abbiamo avuto conferma alla manifestazione “UNO SCATTO IN PAESE’, organizzata il 14 dicembre 2014 all’interno dell’antichissimo Palazzo Falletti. Nel corso dell’evento, la folla incuriosita ha ammirato, con grande interesse, l’esposizione di antichi ‘scatti’ che raffiguravano il grande contributo offerto dallo S.C.I. e dai suoi numerosi volontari, provenienti da varie parti d’Europa, allo sviluppo della contrada più popolosa di Siderno. Il volontariato alla base della costruzione della Scuola Elementare e del Ponte all’ingresso di Donisi, nonché tante altre situazioni rievocate nelle vecchie fotografie esposte, hanno riportato nel passato le menti delle persone più anziane e creato grande interesse in quelle più giovani presenti alla mostra.

 

Pertanto, per i motivi sopra esposti, l’Associazione culturale ‘Libra’ ritiene che l’intestazione della Piazza di Donisi alla figura di PIERRE CERESOLE sia pienamente dovuta e giustificata.

 

Nella speranza che la nostra richiesta venga presa in considerazione e che la piazza venga legata al nome di “PIERRE CERESOLE”, l’Associazione LIBRA, previa autorizzazione del Comune, si riserva di acquistare e applicare, nei pressi della piazza, un’apposita targhetta commemorativa con su impresso il nome del fondatore del Servizio Civile Internazionale.

 

ASSOCIAZIONE CULTURALE LIBRA

 

 

 

 

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.