Sab. Mag 15th, 2021

Ieri il sindaco della città di Siderno Pietro Fuda, in occasione dell’ultima seduta del Consiglio comunale  per l’approvazione del rendiconto dell’esercizio finanziario, ha dato comunicazione che il Governo ha accettato la richiesta del Comune per la concessione di un mutuo di oltre tre milioni di euro, che aggiunti a quelli già in cassa consentiranno ,di fatto, al Comune di uscire dal dissesto. Il primo cittadino ha detto che per la normalizzazione completa della situazione serve un ulteriore milione di euro che in tempi brevi si potranno recepire per un ulteriore contributo già garantito dalla Regione. Per uscire dal dissesto è necessario, a questo punto, inviare tutta la documentazione alla Commissione paritetica che provvederà poi ad emettere la dichiarazione di fuoriuscita dal dissesto finanziario. Il sindaco ha anche aggiunto che sulla base delle cartelle esattoriali inviate in questi giorni alla cittadinanza che ammontano a circa 4 milioni di euro detti introiti potranno essere gestiti in autonomia e, quindi, appena possibile utlizzati per la realizzazione di opere pubbliche. Siamo, dunque, ad una svolta positiva ? Vedremo quello che succederà nei prossimi mesi. Intanto il civico consesso, seppure dopo polemiche abbastanza pesanti con interventi del consigliere Pietro Sgarlato di Forza Italia, di Mariateresa Fragomeni, Giorgio Ruso e Carlo Fuda del Pd nonché Vincenzo De Leo del gruppo misto, ha approvato il rendiconto del 2016 con i 9 voti della maggioranza contro gli sette voti dell’opposizione (era assente Salvatore Pellegrino del Pd uscito fuori aula). C’ è stato poi il tempo anche di approvare all’unanimità due proposte del consigliere Sgarlato, l’una relativa ad un encomino per il lavoro delle forze dell’ordine, l’altra per il recepimento di una sentenza della Corte Costituzionale relativa all’adeguamento delle pensioni. Sulla base di una interrogazione dei consiglieri di minoranza Sgarlato, Cataldo e De Leo si è anche tornati a parlare dei problemi ambientali e della Bp ed è stato ribadito che a Siderno non dovrà sorgere alcun ulteriore impianto ne di rifiuti ne chimico. Poi su iniziativa del consigliere Antonio Sgambelluri del Pci si è anche affrontato un problema sorto nei giorni scorsi a causa del taglio di vari alberi di notevole importanza nei pressi dello stadio comunale. Un problema che certamente sarà ripreso nei prossimi giorni perché la stessa direzione locale del Pci ha deciso di affrontarlo ufficialmente in una riunione già programmata. 

lr

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.