Dom. Giu 26th, 2022

In data 11 luglio 2017, il Sindaco di Bovalino (RC) Avv. Vincenzo Maesano, ha emanato con urgenza un’ordinanza al fine di salvaguardare, prevenire e contrastare ogni azione rivolta a ledere l’immagine e gli interessi della cittadinanza e dell’Ente. Per tale motivo, con l’ordinanza contraddistinta dal n. 10, si è “ordinato” che a decorrere dalla data di emanazione del provvedimento e fino al 31 dicembre 2017, per ragioni strettamente legate alla sicurezza pubblica, al decoro urbano e alla decenza civile è fatto “assoluto divieto” su tutto il territorio comunale di porre in essere atteggiamenti e/o comportamenti equivoci relativi all’esercizio della prostituzione. Tale ordinanza si è resa necessaria ed urgente a causa delle molteplici segnalazioni provenienti dai cittadini, particolarmente allarmati dal continuo proliferare della diffusione di questo esercizio, che oltre a generare condizioni pericolose dal punto di vista igienico-sanitario è motivo anche di episodi di contrasto e tensione sociale che influiscono pesantemente sulle normali condizioni di vivibilità dei luoghi interessati e dell’intero paese. Ai trasgressori sarà applicata una sanzione amministrativa pecuniaria che va da un minimo di euro 300 ad un massimo di euro 500, ai sensi del combinato disposto dell’art. 16 della Legge 24/11/1981 n. 689.

redazione@telemia.it

Facebook Comments

Di

CHIUDI
CHIUDI