Sab. Ago 20th, 2022

Il Partito democratico in una nota evidenzia che «i commissari frenano il ricorso al ceredito snaturando la mission della banca»

CITTANOVA – Si torna a parlare della vicenda Bcc di Cittanova, la banca di credito cooperativo commissariata da Banca d’Italia per infiltrazione mafiose. “Affaire” che sembrava sopito, non se ne parlava più, né nella cittadina, né sulla stampa. La scorsa settimana è arrivata invece dal gruppo consiliare di Alessandro Cannatà la richiesta di un consiglio comunale aperto per parlare della questione. Mentre è di ieri una nota del locale circolo del Pd che torna sull’argomento evidenziando che l’amministrazione straordinaria «sta adottando ad oggi – scrivono i rappresentanti del Pd cittanovese – una politica di gestione che nei fatti frena l’ordinario ricorso al credito , snaturando così la mission della banca che si basa soprattutto sul radicamento territoriale e sul rapporto personale con i soci e la clientela».

Facebook Comments
Print Friendly, PDF & Email

Di

CHIUDI
CHIUDI