Il 19 agosto del 2013 moriva Pasquino Crupi

281

A quattro anni dalla sua scomparsa resta ancora un vuoto incolmabile non solo nella cultura in genere, ma specialmente nel giornalismo calabrese, dove le sue orme non sono ripercorribili da nessuno. Innamorato della sua terra e della poesia dialettale, soleva passare le notti d’estate con i suoi cinque Poeti in piazza che lo accompagnavano ovunque andasse per tenere conferenze e manifestazioni culturali in genere.

L'immagine può contenere: 5 persone, persone sedute e spazio al chiuso

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.