ECCELENZA | LOCRI ANCORA TUTTO DA SCOPRIRE. SERVE TEMPO E PERSONALITA’

357

In vista del debutto in Coppa contro il San Luca. Colpisce in positivo la leadership in campo dell’under Costabile.

 

Dopo la vasta eco positiva della partecipata serata di presentazione della squadra sul lungomare cittadino, al termine dell’amichevole interna con la Bovalinese di otto giorni fa, Scorrano e i suoi hanno competato, sempre sul manto in sintetico di Gioiosa Jonica, un’altra settimana di preparazione in vista dell’esordio di Coppa Italia in casa del “ritrovato” San Luca, che calca nuovamene la scena dilettantistica, nel girone B della Promozione, dopo alcuni anni di assenza.

Sabato scorso nuova amichevole per il team amaranto, questa volta in trasferta a far visita al Brancaleone, sull’erba naturale del “Borrello”: gli amaranto non segnano ed al termine è decisivo, per il Brancaleone, il gol di Marino, che dopo una bella azione personale sorprende, grazie anche una deviazione, il portiere locrese intorno alla metà della prima parte della gara.

Scorrano è partito con Galluzzo in porta, quindi Battista, Coluccio, Dascoli e Bruzzese a formare il quartetto dietro Ruggero, Costabile e Libri in mezzo al campo, con Carbone poco più in avanti a supporto di Conversi e Iervasi (indisponibili Khoris e Castellano). Buona impressione ha destato il Brancaleone di mister Paviglianiti: oltre a Marino l’estro di Ruberto su tutti, ma bene anche gli “eterni” Genova e Galetta, nonché Priolo e Nucera dietro ed il baby Mallamo (classe 2000) basso a destra.

Per Scorrano ulteriori indicazioni e naturalmente hanno tanto lavoro da fare per amalgamare una rosa rinnovata praticamente per intero (solo Libri e Iervasi della passata stagione): nella prima parte della gara la manovra non è stata abbastanza fluida tra i reparti e le conclusioni hanno latitato. Meglio il ritmo della ripresa con l’ingresso di tanti giovani (Fichera, Annunziata, Lombardo, Manglaviti, Lanza, Guttà e Varricchio), con i soli Coluccio, Bruzzese e Iervasi in campo fino alla fine: pressione costante ma poche conclusioni e alla fine decide il citato gol di Marino.

Lungo l’asse mediana continua a destare una buona impressione la personalità di Luciano Costabile, under classe ’98, collocato in posizione nevralgica dello scacchiere amaranto, bravo ad impostare ed anche in fase interdizione.

Tra qualche giorno conteranno i punti e gli amaranto vogliono partire col piede giusto: il Locri mira ovviamente a passare il turno ed a San Luca occorre, quindi, un risultato pieno, che consentirebbe, tra l’altro, poi di giocare la seconda partita in casa con l’Africo, la domenica successiva, a conclusione del primo turno di coppa.

(fonte gazzetta del sud)

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.