Mer. Apr 14th, 2021

Questa notte gli uomini della Guardia di Finanza del Reparto Aeronavale e  quelli della Guardia Costiera di Roccella Jonica hanno tratto in salvo, a 25 miglia a Nord di Roccella, 57 immigrati a bordo di una barca a vela partita da un porto Turco. I militari a bordo delle due motovedette, rispettivamente la V803 e la CP326, hanno individuato grazie ai rilevamenti aerei la posizione dell’imbarcazione e sono intervenuti salvando gli immigrati e arrestando i tre scafisti di nazionalità Ucraina. Gli immigrati, di varia nazionalità, erano a maggioranza uomini tra loro un invalido che è stato soccorso dall’ambulanza del 118. Ad accogliere gli sfortunati è stata la Croce Rossa della sezione Locride e La Protezione Civile di Roccella Jonica. Sul molo a svolgere le operazioni di identificazione gli agenti di Polizia del commissariato di Siderno coordinati sul posto dal Dirigente il Dott. Casaburi. Una volta giunti a terra, la Guardia di Finanza del reparto Aeronavale di Roccella Jonica guidata dal Maresciallo Capo Marco Giuffrida ha proceduto ai fermi dei presunti scafisti. I tre ucraini sono accusati del reato di Immigrazione Clandestina, i militari li avrebbero sorpresi alla guida della barca a vela. Da evidenziare lo straordinario lavoro della motovedetta della Gurdia Costiera, la Cp 326 di istanza al Porto di Roccella, che si conferma indispensabile per questo tipo di soccorsi. Soddisfatto del lavoro dei suoi uomini il comandante dell’Ufficio Circondariale Marittimo il TV (sup) Pietro Alfano. Successivamente i restanti 54 soggetti sono stati trasportati nel centro di Primo Soccorso di Roccella Jonica dove hanno trascorso la notte.

Giuseppe Mazzaferro | redazione@telemia.it

 

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.