4 Dicembre 2020

Nell’ambito di una vasta operazione di prevenzione e repressione del fenomeno dell’illecita coltivazione di piante di marijuana è stata scoperta e sequestrata una piantagione di canapa indiana nell’area collinare del comprensorio di Candidoni.
Ad operare sono stati i finanzieri del Gruppo Gioia Tauro e della Sezione Operativa
Navale di Reggio Calabria i quali, coordinati dalla Procura della Repubblica presso il
Tribunale di Palmi, a seguito dell’avvistamento e segnalazione delle piantagioni da
parte dell’elicottero, hanno perlustrato una vasta area ove, in un appezzamento di
terreno, occultato dalla fitta vegetazione circostante, rinvenivano la coltivazione di
“cannabis indica” composta da numerosissime piante – tutte particolarmente rigogliose,
alte sino a quattro metri e del peso complessivo pari 220 kg – venivano alimentate da
un sofisticato sistema di irrigazione “a goccia” costituito da 200 metri di tubatura
collegata ad una fonte di acqua sorgiva.
Così come disposto dall’Autorità Giudiziaria, le piante sono state estirpate e distrutte
sul posto, unitamente al sistema di irrigazione.

Facebook Comments

Di

CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.