4 Dicembre 2020

In vista dell’esordio contro l’altra matrica Troina. Zito sembra intenzionato a rivisitare il reparto.

Atmosfera campionato: meno sei giorni al debutto dei giallorossi in casa contro il Troina, squadra siciliana alla prima assoluta, come la Cittanovese, in serie D.
Scontro diretto, punti pesanti. La tifoseria, che ha accompagnato col pienone in tribuna i giallorossi durante il precampionato, è pronta a sostenere a squadra; i giallorossi appaiono in condizione per il calcio d’inizio.
“Gli allenamenti continuano a ritmo serrato – afferma mister Zito – nel rispetto delle tabelle di marcia. La rosa è ormai al completo e i calciatori sono tutti disponibili. Quanto al torneo – prosegue il tecnico – riteniamo di poter dare le giuste soddisfazioni alla società e ai tifosi”.
L’entusiasmo che si respira al “Morreale-Proto” è palpabile, Zito lo avverte e mette in guardia dai facili ardori.
“L’ umiltà dovrà essere la nostra arma in più, in quarta serie gli errori si pagano a caro prezzo, l’impegno, la determinazione e la concentrazione dovranno mantenerli sempre alti perchè la qualità e l’esperienza degli avversari sono notevoli”.
Settimana dedicata alla messa a punto del modulo tattico: le gare di precampionato e di Coppa hanno dato delle buone indicazioni quanto allo schema 3-4-3 che appare privilegiato dal tecnico e che rende molto in termini di dinamicitàù e spettacolo. Da limare acune criticità: tre gol subiti dalla stessa fascia, la destra, meritano attenzione e la rivisitazione ruolo (Cianci centrale, con Taverniti a destra e Alfano a sinistra, sembra la soluzione migliore); le mancate conclusioni sui corner con quattro torri in area (Alfano, Ciani, Ortolini, Foderaro) dovrebbero indurre a ripassare meglio lo schema di battuta, in assenza dello specialista Lombardo. Nulla di preoccupante: è il rodaggio.
Maggiore le note liete: gli esterni di centrocampo (Paviglianiti, buono anche come difensore, e Condomitti, efficace anche come interno) e di attacco (menzione particolare per l’under Napolitano che, a voler essere proferi, farà sudare parecchio la maglia da titolare ai top del reparto) lavorano bene nell’impostazione, nella copertura e nel pressing, mentre all’interno della zona nevralgica del campo il coriaceo Sapone sta dimostrando di meritarsi un posto da titolare inamovibile. Ci saranno problemi di abbondanza a centrocampo per mister Zito e ben vengano: Gioia e Moio non staranno certo a guardare e il talento di Lombardo, che sembra aver recuperato dall’infortunio, non è in discussione.
Ortolini, al centro del reparto avanzato, migliora nella condizione e l’intesa con Foderaro (giunto da poco e già sugli scudi) e Postorino, mentre i guantoni da portiere titolare dovrebbero andare all’under Comandè che svolge da tempo la preparazione con i giallorossi e che, salvo sorprese, dovrebbe essere ufficializzzato a breve.

(fonte gazzetta del sud)

Facebook Comments

Di

CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.