4 Dicembre 2020

Estate, sole, mare, buona cucina e posti incantevoli. E’ questo il mix che, probabilmente, ha reso la Calabria la star delle vacanze estive 2017. Secondo Confturismo, infatti, rispetto al 2016 si registra una significativa crescita. D’altra parte lo aveva previsto e annunciato anche Vittorio Caminiti di Federalberghi Calabria, che sarebbe stata un’estate ricca di nuove presenze, provenienti da nuovi mercati. Unica nota amara, sottolineata da Caminiti, è l’occasione persa dalla politica di casa nostra che non ha saputo sfruttare al meglio la pubblicità del New York Times, che ha inserito la Calabria tra le 50 mete da non perdere nel 2017.
Agosto è stato il mese in cui gli albergatori hanno lavorato di piu’. “La Calabria, riferisce ancora Caminiti, fa registrare in Italia, in questo periodo, il piu’ alto tasso di occupazione alberghiera in Italia, anche se la chiusura dello scalo di Crotone ha penalizzato alcune grandi strutture della provincia che in passato facevano registrare il tutto esaurito. Quest’anno, peraltro, dice il presidente degli albergatori calabresi, titolare di una rinomata struttura ricettiva nel Reggino, non possiamo neanche contare il servizio navetta dagli aeroporti assicurato in anni passati dalla Regione, che pochi operatori turistici utilizzavano perche’ si organizzavano da soli, ma che comunque c’era”. Un altro “attrattore” forte verso la Calabria, insieme con l’ambiente e con le bellezze naturali, è poi la cultura. “Vanno benissimo i musei e di questo va dato atto al ministro Dario Franceschini di aver scelto persone competenti per gestirli.
Il buon andamento per le strutture balneari della regione è, poi, confermato da Vincenzo Farina, da pochi mesi alla guida della Confesercenti Calabria, ma da anni impegnato nel settore dell’Assoturismo dell’associazione di categoria. “Per il turismo balneare sono stati registrati incrementi significativi, non solo nei fine settimana, che hanno risentito del bel tempo, ma anche rispetto all’andamento di giugno”.
Secondo gli esperti quella 2017 è un’estate da ricordare, la Calabria è infatti vicina a record di presenze. Gli studiosi affermano che questa stagione potrebbe registrare il boom delle visite come nel 2007 di 8.8 milioni.
Insomma, la tendenza è positiva e i dati fanno ben sperare anche per il futuro.

ALESSANDRA BEVILACQUA | redazione@telemia.it

Facebook Comments

Di

CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.