BAGNARA CALABRA Nasce il coordinamento cittadino per la costituente di Articolo Uno-MDP

362

I componenti del coordinamento per la costituente di Articolo Uno-MDP cittadino, in rigoroso ordine alfabetico, sono: Barbara Nazario, De Marco Rosario, Giannotta Emanuele, Gioffré Emanuele, Gioffré Gabriele, Gramuglia Francesco, Gramuglia Paolo, Laurendi Mimma, Lofaro Andrea, Minutolo Maria Domenica, Romeo Antonietta, Sofia Ugo e Rottura Francesco.

Il coordinamento locale oltre a promuovere la costituente del movimento e con essa l’aggregazione di persone vicine agli ideali progressisti, si pone come obiettivo quello di proporre un’azione politica al fianco dei cittadini, affrontando le tante problematiche con spirito costruttivo, nell’interesse dell’intera comunità bagnarese. Il tema trattato nel comunicato odierno è quello della trasparenza amministrativa, a nostro avviso violata in maniera grave dall’ente comunale. Il Decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33, all’articolo 1 sostiene che “La trasparenza è intesa come accessibilità totale dei dati e documenti detenuti dalle pubbliche amministrazioni, allo scopo di tutelare i diritti dei cittadini, promuovere la partecipazione degli interessati all’attività amministrativa e favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull’utilizzo delle risorse pubbliche”.

In particolar modo ci riferiamo alla Deliberazione di Giunta Municipale numero 35 del 17 agosto 2017, con oggetto: Variazione al Bilancio di Previsione 2015-2017 – Annualità 2017 – ai sensi dell’art. 250 T.U.E.L. – D.Lgs. 267/2000, pubblicata in albo pretorio in data 21 agosto 2017, deliberazione pubblicata con la totale mancanza di allegati con dettagli, ma semplicemente con un allegato “variazione categorie macroaggregati”. Senza nessuna vena polemica, ma con spirito costruttivo, riteniamo che oltre all’obbligarietà evidente “La trasparenza è intesa come accessibilità totale dei dati e documenti detenuti dalle pubbliche amministrazioni …” ci sia una questione di opportunità che andrebbe colta, sarebbe giusto ed auspicabile che i cittadini possano conoscere nel dettaglio come l’attuale governo locale intende spendere i soldi dei contribuenti.

Segnaliamo tra l’altro, che non è più possibile scaricare gli atti nell’archivio documenti dell’albo pretorio comunale, ma solo leggere l’oggetto degli stessi. Sarebbe opportuno altresì, in un’ottica di trasparenza, rimuovere tutti gli ostacoli per consentire ai cittadini impossibilitati a presenziare ai consigli comunali, di poter vedere il civico consesso tramite il sistema della trasmissione on-line. Siamo certi che il sig. sindaco e chi è preposto a tali adempienze sarà solerte nel voler garantire il diritto sacrosanto di informazione a tutti i cittadini bagnaresi, cominciando dalla pubblicazione immediata dell’allegato con il dettaglio della variazione di bilancio.

Qualora persisteranno le inadempienze relative alla trasparenza amministrativa, ci riserviamo la facoltà di andare nelle sedi opportune per tutelare i diritti dei cittadini.

(FONTE COSTAVIOLANEWS)

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.