CALL&CALL LOKROI: ENGIE NON ARRETRA, DOMANI VERTICE TRA REGIONE E AZIENDA

415

Continua a surriscaldare gli animi il caso dei licenziamenti al Call&call Lokroi. Ieri, l’importante incontro concordato con Engie alla presenza delle segreterie nazionali e regionali di SLC-CGIL, Fistel Cisl e Uilcom Uil. Nel corso del vertice, tuttavia, non sono emerse buone notizie. Engie Italia, infatti, ha ribadito che non tornerà indietro sulle decisioni assunte e, cosa che aveva già anticipato nella lettera di convocazione, che, non sentendosi assolutamente obbligata rispetto alle normative contrattuali delle TLC, l’incontro era solo a fini conoscitivi e di rispetto verso le Organizzazioni Sindacali. A nulla sembra essere servito l’appello dei sindacati che hanno rimarcato il valore dei 129 posti di lavoro su Locri.
Per i sindacati licenziare è una scelta scellerata. ” Oggi è Locri e domani sarà un’altra città” ha detto intervenendo al nostro TG Salvatore Catanzariti della Uilcom. Catanzariti ha ricordato l’appuntamento di domani incontro con Regione e azienda per cercare di risolvere la situazione.

INTERVENTO AL TG NEWS

ALESSANDRA BEVILACQUA|redazione@telemia.it

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.