2 Dicembre 2020

Riceviamo e pubblichiamo:

Archiviato agosto, con gli ultimi scampoli di estate, desideriamo fare un nostro  bilancio di una stagione geracese, caratterizzata sì dalle alte temperature ma soprattutto da una ritrovata vitalità della Città.
La festa patronale del 23 agosto infatti, approfittando del lavoro svolto l’anno scorso ed in perfetta controtendenza rispetto i precedenti anni, ha visto una consistente presenza di turisti e cittadini del comprensorio locrideo animare piazza del Tocco unita alla musica etno popolare degli Etnosound. E questa rinata voglia di vivere la Città di Gerace è stata il filo conduttore di un’estate, che seppur ridotta nei tempi rispetto ai nostri ricordi di 15-20 anni fa, ci fa ben sperare per le successive stagioni. Un’estate che, oltre le feste patronali, ha presentato una rielaborata e goduriosa edizione de “Il Borgo Incantato” alternata da diverse altre occasioni ricreative e di socializzazione, sagre, concerti sparsi per il territorio, riservando spazio alla cultura con la presentazione di libri, saggi di musica, giornate di formazione ed informazione.
Di notevole aiuto alla buona riuscita della stagione estiva anche un grande lavoro dietro le quinte che ha permesso l’apertura di molte chiese restaurate o la rinascita di un ente importante per il territorio quale la Fondazione “Città di Gerace” che, grazie anche alla ritrovata collaborazione con il Comune, potrà offrire importanti opportunità per la Città o, ancora, una buona gestione nelle giornate di maggior richiamo dei flussi nonostante una strada che, aldilà delle promesse, continua a preoccupare l’intera cittadinanza.
A completare il quadro non sono mancati i “quando c’era lui si stava meglio”, frutto di fantasticherie “internettiane” di piccole cerchie che lasciano il tempo che trovano. Si poteva fare qualcosa in più? Forse, ma il tempo è tiranno ed ancor di più il bilancio cittadino, e di questo ne siamo pienamente consapevoli. È importante però prendere nota di disguidi, suggerimenti e richieste che vengono da chi rende ancor più viva la Città di Gerace nel periodo estivo (cittadini, turisti, commercianti ed operatori turistici) per migliorare e, magari, riproporre anche durante il resto dell’anno occasioni che facciano rivivere un tratto di questa estate.
Il tempo sarà giudice ed i mesi a venire saranno un importante banco di prova per dimostrare il valore di questa ritrovata energia positiva per la Città di Gerace che i cittadini sembrano apprezzare.

Presidente Nova Agorà Gerace

Facebook Comments

Di

CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.