Mer. Apr 14th, 2021

Aggrediti da un ubriaco, al pronto soccorso. E’ l’ultimo sconcertante capitolo di un disastro annunciato quanto avvenuto la notte scorsa all’ospedale di Locri. Era circa l’ 1:00 quando un giovane, visibilmente ubriaco, si è presentato in accettazione e dopo essere entrato con fare brusco, e in evidente stato di alterazione, si è scagliato contro il personale medico in servizio andando letteralmente in escandescenze. L’uomo si è addirittura avventato contro un’infermiera provocandole varie ferite tra cui: tumefazione alle labbra, un trauma cranico e la lussazione della spalla. La malcapitata ne avrà pare, almeno, per dieci giorni. Come se non bastasse, l’individuo ha anche messo a soqquadro i locali del presidio ospedaliero. Da quanto appreso, l’operatrice malmenata ha sporto denuncia alle forze dell’ordine che hanno avviato tutte le indagini del caso. Resta altissima la tensione. Allarmati, comprensibilmente, i medici che prestano servizio nella struttura locrese e già stremati da turni sfiancanti dovuti alla carenza di organico. Basti pensare che, secondo disposizioni generali, dovrebbero esserci a Locri il doppio dei medici in servizio.
La mancanza di sicurezza nel nosocomio, in effetti, non è una novità. Noi di TeleMia abbiamo più volte sollevato il problema chiedendo risposte perfino al Capo della Polizia Franco Gabrielli giunto a Locri in occasione della commemorazione per l’anniversario della morte di Francesco Fortugno. Purtroppo, tutti reclami che non hanno sortito risultato alcuno. Si aspetta la tragedia? Certo è che la scorsa notte c’è mancato veramente poco.

 

ALESSANDRA BEVILACQUA| redazione@telemia.it

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.