Mar. Apr 20th, 2021

Il consiglio comunale di Siderno si è riunito in sessione straordinaria d’urgenza per ratificare, in via prioritaria, una delibera di variazione di bilancio per 170.000 euro legata alla erogazione da parte della Regione Calabria di un contributo necessario ad effettuare le analisi alle falde acquifere nella zona industriale di contrada Pantanizzi e delle zone limitrofe. Zone interessate, come è noto, alle problematiche ambientali della ex Bp e di altre industrie presenti nella zona. Come era inevitabile l’argomento ha dato vita ad una serie di polemiche tra le opposte parti politiche e questa volta gli scontri principali sono stati tra il gruppo del Pd , che ha rivendicato il lavoro positivo del presidente Mario Oliverio per Siderno e la zona jonica ” a differenza del suo predecessore Giuseppe Scopelliti , e Pietro Sgarlato di Forza Italia che ha bocciato l’intervento del capogruppo Pd Maria Teresa Fragomeni come “un proclama pubblicitario” . Sull’argomento , dopo gli interventi a favore Di Antonio Sgambelluri (pci), Giuseppe Oppedisano (Fattore Comune) e Giiuseppe Figliomeni ( Centro Democratico) , è stato il sindaco Pietro Fuda a chiarire che il progetto di caratterizzazione delle falde acquifere della zona di Pantanizzi era stato fatto dall’ Artpacal e l’importo finanziato è la conseguenza di un progetto della Regione redatto e seguito da un tecnico di fiducia dell’assessorato regionale all’ambiente. La variazione è passata con il voto favorevole di tutti i gruppi e l’astensione dei consiglieri Sgarlato e Vincenzo De Leo. L’ordine del giorno prevedeva , poi, un altro solo intervento ovvero la richiesta della diretta streaming delle sedute consiliari piu’ eventuali interrogazioni e/o interpellanze. Sulla diretta streaming sollecitata da una nota dei consiglieri di minoranza Sgarlato, De Leo e Cataldo ( che hanno ricordato che lo scorso gennaio analoga richiesta non venne accolta perchè subordinata alla istituzione dei Comitati di quartiere ) ha risposto lo stesso sindaco Fuda che ha dato notizia che è stata già stilata nel giugno scorso una delibera di giunta che istituisce l’introduzione di un nuovo sistema informatico che permetterà, oltre alla diretta streaming delle sedute consiliari anche un lavoro piu’ facile nella gestione del consiglio comunale . Nel dibattito sono,poi, intervenuti Rita Commisso, Giorgio Ruso, Antonio Sgambelluri , Vincenzo De Leo e lo stesso segretario comunale Polimeni che ha evidenziato l’aspetto innovativo del nuovo strumento informatico invitando i consiglieri a dotarsi di necessarie regole per la sua gestione. Alla fine è stata approvata all’unanimità una proposta del presidente del consiglio comunale Paolo Fragomeni, emendata dal consigliere Pietro Sgarlato, sulla base della quale si procederà alla trasmissione in diretta streaming delle sedute dopo che una commissione consiliare ad hoc elaborerà il regolamento del consiglio comunale. Poi largo spazio alle interpellanze presentate. Intanto sul problema “musica” ( che ha richiamato in consiglio un gran numero di giovani) presentata ad agosto sia dal Pd che dagli consiglieri di opposizione, Sgarlato, Cataldo e De Leo con risposta dura del sindaco Fuda che ha , tra l’altro, detto che nessuno dei gestori dei locali che fanno musica e intrattenimento d’estate a Siderno ha presentato le dichiarazioni di impatto acustico previste dalle vigenti normative e che, alla luce di ciò e di quanto è successo, chi non le presenterà per tempo il prossimo anno non sarà autorizzato ad aprire alcuna attività sul lungomare. Poi ha giustificato le ordinanze ristrettive dell’orario, in particolare del locale Madà, facendo riferimento alle proteste di molti cittadini per le eccessive emissioni rumorose sino a tarda ora. Maria Teresa Fragomeni e Pietro Sgarlato nelle successive repliche si sono dichiarati totalmente insoddisfatti ed hanno portato gli esempi di altri comuni vicini dove non sono state emesse ordinanze e l’estate è stata piu’ intensa. Quindi si sono discusse anche le interpellanze relative alle lamentate carenze dell’ erogazione di servizi da parte dell’ ufficio urbanistica dopo le dimissioni di Nicola Tucci. Anche in questo caso il sindaco Fuda ha minimizzato evidenziando che da tempo Tucci aveva manifestato l’intenzione di dimettersi. Prima della chiusura anche una interrogazione orale del consigliere Pd Pietro Fuda con l’invito al sindaco di vigilare sulla occupazioni degli spazi pubblici in occasione della festa patronale.

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.