Serie C | Lecce cinico, Rende battuto al Via del Mare

297

LECCE (4-3-3): Perucchini 6.5; Lepore 6.5 Cosenza 6 Drudi 6 (28′ st Marino 6) Di Matteo 6; Arrigoni 6 (34′ pt Costa Ferreira 6.5) Mancosu 7 Armellino 6; Pacilli 6 (28′ st Tsonev 6) Caturano 6.5 Torromino 6.5. In panchina Chironi, Vicino, Riccardi, Valeri, Megelaitis, Lezzi, Dubickas, Ciancio, Gambardella. All: Maragliulo

RENDE (3-5-2): Forte 6; Sanzone 6 Porcaro 6.5 Marchio 6; Viteritti 6 (30 st Felleca 6.5) 6 Laaribi 6 Rossini 5.5 (29′ st A. Modic 6.5) Blaze 6; Vivacqua 6 Actis Goretta 5.5. In panchina De Brasi, Pambianchi, Boscaglia, Piromallo, Cassalia, Germinio, Coppola, Godano, Calvanese, Modic M. All: Trocini

ARBITRO: Luca Zufferli di Udine (Assistenti: Alessandro Salvatori di Rimini e Alessandro Colinucci di Cesena)

MARCATORI: 16′ st Mancosu

NOTE: Osservato un 1′ di silenzio per le vittime del nubifragio di Livorno. Ammoniti: Drudi, Cosenza, Tsonev (L), Forte (R). Recuperi 1’ pt e 4’ st

CRONACA

LECCE – Allo stadio “Via del Mare” di Lecce va in scena, per la quarta giornata di campionato, la partita fin qui più difficile per il neo promosso Rende. Contro i salentini, reduci da una settimana piuttosto turbolenta segnata dal rovinoso k.o. di Catania e dalle dimissioni del tecnico Rizzo, mister Trocini schiera dal 1′ minuti i recuperati in extremis Giliotti e Viteritti. Tandem d’attacco biancorosso costituito da Vivacqua e Actis Goretta.

Lecce pericoloso all’avvio prima con Mancosu, poi con Torromino (4′) che prova a battere Forte con una rovesciata da dentro l’area di rigore, ma la palla finisce alta. A seguire le occasioni più importanti della prima frazione. Al 16′ cross dalla destra di Lepore e piede di Mancosu che devia il pallone verso la porta ma Forte smanaccia in angolo. Poco dopo ci prova per il Rende Actis Goretta di controbalzo con la sfera esce di un soffio. A questo punto ecco il primo cambio di Marigliulo che rileva Arrigoni per Costa Fereira. Rinvigorito dal cambio proprio il Lecce chiude il primo tempo in avanti.

Nella ripresa buona partenza del Rende, pericoloso al 3′ con Actis Goretta che di testa non trova la porta di un soffio. 60” dopo ospiti vicinissimi al gol anche con Rossini che in spaccata non coglie di un soffio un traversone teso dalla sinistra. A questo punto cresce il Lecce che si rende pericoloso in almeno due occasioni prima della rete del vantaggio che arriva al 16′ con il colpo di testa vincente di Mancosu su ottimo cross di Cosenza. Padroni di casa vicini al raddoppio al 20′ ma Porcaro salva con Caturano. Il tecnico del Rende Trocini prova quindi a raddrizzare la partita con i cambi: entrano Andreij Modic e Felleca al posto di Rossini e Viteritti. Proprio l’ingresso di Felleca e Modic sembra contribuire a vivacizzare la manovra offensiva degli ospiti che danno vita ad un incoraggiante forcing nei minuti finali. Ma il risultato non cambia.

Il Rende trova in Salento la seconda sconfitta consecutiva in campionato. Agli uomini di Trocini va comunque il merito di averci creduto fino alla fine e di aver battagliato fino alla fine, come il tecnico aveva chiesto alla vigilia, contro un avversario più forte e maturo.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.