Siderno (Rc): che fine hanno fatto gli “amici della pichetta” ? Risponde l’ideatore Antonio Commisso

354

” Gli amici della picchetta nascono nel 2013 in un particolare momento storico per la nostra città. Il commissariamento amministrativo aveva portato desolazione e sconforto. Il paese sembrava abbandonato a se stesso. Su iniziativa mia e di qualche altro amico decidemmo di dare un segnale prima di tutto a noi stessi. Non riuscivamo proprio a vedere la nostra città in quelle condizioni. Ci fu un discreto seguito ma sinceramente ci si aspettava maggiore partecipazione. Dedicavamo le nostre domeniche alla pulizia degli spazi pubblici. Poi le elezioni amministrative con il plebiscito dell’attuale amministrazione Fuda. Appena formata quella giunta ci rendemmo molto subito disponibili a collaborare GRATUITAMENTE, in ogni forma possibile, per aiutare e sensibilizzare i nostri concittadini. Personalmente ho avvertito una certa chiusura. Come se dare un contributo da liberi cittadini potesse intralciare la visibilità di qualcuno. Un vero peccato. Oggi il mio lavoro, insieme a quello degli amici che hanno pertecipato a quella bella iniziativa, ci riserva veramente poco tempo. Penso a Luigi Errigo, a Nino Tarzia a Stefano Archina’ e tanti altri. Di certo non siamo indietreggiati circa l’amore verso la nostra città ma forse non ci sono le condizioni per partecipare oggi alla crescita del nostro paese. Speriamo almeno di essere cittadini che fanno il loro dovere pagando le tasse e rispettando le leggi ed il senso civico. Sarebbe già un bel traguardo”.

Antonio Commisso

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.