Dom. Gen 17th, 2021

I Licei Mazzini di Locri, presieduti dal Dirigente Scolastico, Prof. Francesco Sacco (nella foto di copertina), e la Fondazione della Repubblica Federale Tedesca, Heimann Stiftung für Völkerverständigung“, hanno stipulato un Protocollo di Intesa, col comune intento di contribuire allo sviluppo culturale dei giovani e alla strutturazione di personalità sempre più consapevoli, aperte e cosmopolite. La Fondazione Heimann, con sede legale nella cittadina di Wiesloch, nel Land del Baden-Württemberg, è stata costituita, nel 2015, dal signor Archim Heimann e da sua moglie Gerda, con lo scopo di ideare, sviluppare e finanziare progetti culturali, educativi, formativi, corsi di lingua ecc. che coinvolgano fattivamente giovani europei, privilegiando in particolare la Germania e l’Italia, e promuovendo altresì la collaborazione con associazioni culturali, enti formativi, scuole.

La vice Preside Polifroni porta i saluti della Scuola

Discreto, ma intenso, è stato il lavoro di mediazione fra le istituzioni, curato dalla Dott.ssa Francesca Napoli Peroni, originaria di Locri e trasferitasi da tempo in Germania, e dalla prof.ssa Rita Palmieri, vera decana dell’insegnamento del Tedesco nella Locride e attualmente docente di Inglese presso il Linguistico Mazzini : nei progetti europei, le scuole del profondo Sud d’Italia sono meno presenti di quelle del Centro e Nord Italia, e a maggior ragione è così prezioso poter intessere relazioni di un certo respiro per portare il Mazzini un po’ più vicino alla Germania, e pertanto all’Europa.
Nello specifico, la Fondazione Heimann ha finanziato interamente due interessanti progetti, KURZFILM HEIDELBERG e INTERRAIL DEUTSCHLAND a cui hanno partecipato in tutto sei alunni del Linguistico, e la docente di tedesco Irene Del Pozzo, il cui lodevole impegno da lei profuso ha permesso l’ottima riuscita dello scambio culturale ed umano.
Da sinistra, al tavolo dei relatori, la professoressa Del Pozzo, i due esponenti della Fondazione tedesca e la vice preside, la professoressa Girolama Polifroni

Il progetto KURZFILM HEIDELBERG “Che cosa tiene insieme noi europei?” ha offerto a tre studentesse tedesche e tre studentesse del Linguistico, un workshop gratuito di due settimane (21 agosto-3 settembre 2017) presso l’Accademia di Belle Arti dell’Università di Heidelberg, diretta dal Prof. Mario Urlauß, per la realizzazione del cortometraggio “Across borders”.
L’attenta platea

Le alunne Angela Bolognino, Cristina Miruna Buruiana e Federica Condelli, insieme a Emily, Laura e Martina di Wiesloch, sono state assistite da un giovane regista professionista, Oskar Dammel, e da Stella Hammon, laureanda presso la Pädagogische Hochschule di Heidelberg, girando in esterni nella città di Heidelberg e montando il film nel Media Center dell’Università. Il corto “Across borders” narra di un incontro fra due ragazze, una italiana e una tedesca, e di un’amicizia che nasce e che proseguirà nel tempo, nonostante le difficoltà linguistiche, e la minaccia del terrorismo che ormai sfiora tutti noi, in modo casuale e cieco.
Il progetto INTERRAIL DEUTSCHLAND ha coinvolto tre freschi e brillanti diplomati del Linguistico Mazzini, Sara Arrigo, Marco Romeo e Manuela Zappia, che hanno ottenuto un finanziamento per un viaggio Interrail di quattro settimane in Germania, con soggiorni in ben sette città tedesche, Monaco, Dresda, Berlino, Amburgo, Bonn, Treviri e Francoforte, allo scopo di esplorare il paese di cui hanno studiato lingua e cultura nel quinquennio e raccogliere impressioni di viaggio, commenti e fotografie, per l’allestimento di una mostra finale a Wiesloch. Altri quattro studenti di scuole italiane hanno effettuato un Interrail in Germania, e cinque studenti tedeschi, viceversa, hanno viaggiato in Italia. L’aiuto fattivo e concreto della Fondazione Heimann a sostegno della mobilità giovanile ha consentito pertanto a ben dodici ragazzi un viaggio libero in un altro paese europeo, perché la convinzione più sincera dei coniugi Archim e Gerda, è esattamente questa, che nulla è più efficace di incontri e scambi diretti fra noi europei, per favorire un reale “pensiero” comune.

I signori Heimann hanno visitato ufficialmente per la prima volta il Mazzini lo scorso 22 settembre. Per l’occasione, la scuola ha allestito una mostra relativa ai progetti, Interrail e Cortometraggio, con foto illustrative del “Making the film”, realizzate ad Heidelberg dalla Prof.ssa Del Pozzo, poi coadiuvata a scuola dal tecnico di laboratorio Renato Arruzzoli e dalle alunne coinvolte. Tutte le sei classi di tedesco dell’Istituto hanno infine assistito, con i signori Heimann e un gruppo di docenti, alla proiezione del cortometraggio realizzato ad Heidelberg.
La prof. Del Pozzo conversa con i due ospiti

Chi fosse interessato a conoscere meglio le attività e i progetti della Fondazione Heimann, può consultare il sito ufficiale, http://heimann-stiftung.de., e i link relativi ai progetti descritti, Interrail (http://heimann-stiftung.de/zug/) e Cortometraggio (http://heimann-stiftung.de/kurzfilm-zu-europa/, video “Across borders” https://vimeo.com/231781999).

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.