Consorzio Ionio Reggino (ex Caulonia): interrotto servizio irrigazione, a rischio le produzioni sui circa 800 ha.

284

 

Molinaro: La Regione prenda atto dei disservizi, l’invasione di campo della politica nei Consorzi di Bonifica produce solo danni

 

E’ irresponsabile da parte del Commissario del Consorzio di Bonifica Alto Ionio Reggino ex Caulonia l’interruzione del servizio irriguo. Gli agricoltori messi già a dura prova per un anno tra i più caldi e siccitosi, rischiano di subire enormi danni per la mancanza dell’acqua. “Non aver programmato e messo in atto la continuazione del servizio irriguo da parte del Commissario  – rimarca Pietro Molinaro Presidente di Coldiretti Calabria – evidenzia l’incapacità di stare vicino agli agricoltori ed evitare ingenti danni. In un periodo nel quale, gli altri Consorzi di Bonifica adottando buone prassi, giorno e notte stanno gestendo il servizio irriguo con professionalità ed efficienza, nel comprensorio dell’Alto Ionio Reggino da venerdì u.s. immotivatamente e senza scrupoli verso gli agricoltori, è stata chiusa l’acqua mettendo a rischio le produzioni su ben 800 ettari di terreno irrigabile. Chiediamo alla Regione di verificare le competenze e le responsabilità del commissario per già subiti e subendi e far ripristinare immediatamente il servizio irriguo. Questo ennesimo disservizio – è l’annotazione finale – dimostra quanto sia prezioso l’autogoverno degli agricoltori nei Consorzi di Bonifica ed quanto invece quando sia deleteria l’invasione di campo da parte della politica”.

 

 

 

16.10.2017                                                               Ufficio Stampa Coldiretti Calabria

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.