4 Dicembre 2020

Tullio Maio aveva portato avanti i padroni di casa, ancora a secco di vittorie. Il Locri perde il primato, ma riesce a rimediare con il neo entrato Carbone.

Una prova di carattere, un segno di maturità, un cambio di marcia per balzare fuori dai piani bassi, immeritati, della classifica. Una vittoria era il risultato che ci aspettava dai giallorossi di mister Malucchi, una vittoria contro la squadra che al momento del fischio d’inizio della partita di presentava prima in classifica. Invece, ciò che ha sancito il 95’ minuto è stato l’ennesimo pareggio. Si tratta del quinto 1-1 nelle ultime cinque partite disputate dal 20 di settembre. E’ il sesto pareggio consecutivo nelle ultime sei gare giocate, con la vittoria in impegni ufficiali che manca dal 3-1 di Coppa alla Juvenila del 3 settembre. Un risultato che pone l’Asd Trebisacce in dodicesima posizione, ben distante da dove i tifosi si augurano di essere. Eppure, nulla, o quasi, può essere recriminato a Galantucci e compagni, per la partita di ieri. I giallorossi che sono scesi in campo all’Amerise forse non saranno riusciti a guadagnarsi i tanto sospirati tre punti, ma hanno giocato col cuore e cervello, difeso la palla con unghie e denti, corso, sudato e costruito parecchio.

Una squadra di cui Malucchi può essere sicuramente fiero. Anche tenendo contro della panchina corta e degli infortuni con cui deve fare i conti. Appassionante il gol di Maio, servito con furbizia da capitan Galantucci, recuperando all’ultimo momento. Passaggio di corsa e gol nell’angolino esterno della rete. Peccato che l’ottimo capitano, uno dei migliori in campo insieme ad un imperante e granitico Filidoro, fallisca due occasioni da gol, che avrebbero potuto incidere nella storia di questo campionato un risultato diverso.

Da segnalare nella ripresa, sempre ad opera del capitano, un gol non convalidato per fuori gioco, a cui, per non aver agevolato la rimessa del portiere, è seguito un cartellino giallo. Tre minuti dopo questo episodio è giunto il gol del pareggio del Locri un Carbone che è riuscito a farsi strada tra diversi Delfini, aggiustandosi anche la palla di testa a seguito di un rimpallo, per poi sorprendere un sempre attento ed efficiente Vitale, Carbone, Lombardo (con una serie di calci piazzati) e Conversi, sono stati il plus valore di un Locri massiccio, determinato, cattivo e attento, a testimonianza di una volontà di vittoria intensa, che i giocatori di Scorrano hanno inseguito fino all’ultimo minuto.

Una partita davvero combattuta e appassionante, rispetto alla quale di registra una sola nota stonata, cioè l’eccessivo numero di falli e il gioco troppo duro, che si è incattivito soprattutto nella seconda metà del secondo tempo, causando continue interruzioni e alterando l’andamento della partita.

TREBISACCE-LOCRI 1-1

Marcatori:27’pt Maio (T), 18’st Carbone (L)

Trebisacce: Vitale; Filidoro (41’st Vinci), Amerise, Terranova, Fuck; Mazzei, Bellitta, Danieli Vaz, Grisolia; Maio, Galantucci. A disp.: Affuso, Errico, Cirolla, Greco, Tufaro, Stamati. All. Malucchi.

Locri: Galluzzo, S.Lombardo (1’st Castellano), Varricchio, Coluccio (11’st Carbone), Lanza, Dascoli, Khoris, Bruzzese, Siano, Foti (11’st Guttà), Conversi, Fichera. A disp. Libri, Ruggiero, A. Lombardo. All. Scorrano.

Note- Ammoniti: Vitale (T), Filidoro (T), ,Galantucci (T), Bellitta (T); Galluzzo (L), Coluccio (L), Castellano (L), Bruzzese (L), Khoris (L). Recupero: 1’pt e 5’st.

ANDREA MAZZOTTA

Facebook Comments

Di

CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.