‘INSURANCE’: CHIUSE LE INDAGINI SULLE TRUFFE ASSICURATIVE NELLA PROVINCIA DI RC

487

Concluse le indagini nei confronti di 226 persone coinvolte nel blitz nato dall’operazione di inchiesta denominata “Insurance”. Una operazione eseguita nel giugno 2016, tra le province di Reggio Calabria e Cosenza e che ha permesso di accertare l’esistenza di un’associazione a delinquere finalizzata alla perpetrazione di truffe ai danni di ignare compagnie assicurative. Tra gli indagati numerosi medici e professionisti. Coinvolto anche un ex ufficiale della Guardia di Finanza. Numerose furono le perquisizioni effettuate nelle provincie di Reggio Calabria, Cosenza e Firenze. Come si legge negli atti dell’inchiesta ad emergere era stato un vero e proprio “sistema criminoso” dedito alle truffe ai danni delle compagnie assicurative messo in piedi in maniera strategica e minuziosa. Oltre all’esecuzione di 10 ordinanze di applicazione di misura cautelare personale e reale si arrivò anche al sequestro preventivo del patrimonio aziendale e delle quote sociali della “Chinservices s.r.l.”, agenzia di infortunistica stradale, con sede a Polistena, gestita Franco Chindamo, uno dei principali indagati. L’analisi delle conversazioni telefoniche intercettate, supportata dal sistema di geolocalizzazione delle utenze telefoniche, i riscontri ottenuti tramite mirati servizi di osservazione e pedinamento, la documentazione acquisita dalle varie compagnie assicurative, nonché i controlli effettuati nelle banche dati delle forze dell’ordine, avrebbe dato modo di smascherare decine di truffe commesse in poco meno di un anno per un ingiusto profitto pari a circa 300mila euro.

ALESSANDRA BEVILACQUA|redazione@telemia.it

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.