5 Dicembre 2020

Federica Guerrise è sospettata di concorso nell’omicidio di Francesco Berlingieri, ucciso a Sambiase nel gennaio 2017. Il gip di Lamezia Terme ha convalidato il fermo della donna e disposto la custodia cautelare in carcere

È stato convalidato il fermo di Federica Guerrise, 30 anni, moglie del presunto killer Marco Gallo (in carcere da luglio con l’accusa di essere l’assassino del dipendente delle Ferrovie della Calabria Gregorio Mezzatesta). La donna, che si trova ristretta nel carcere di Castrovillari, è accusata di concorso in omicidio. Quanto viene contestato all’indagata si riferisce all’agguato avvenuto il 19 gennaio 2017 nel quale ha perso la vita Francesco Berlingeri, 47 anni, di etnia rom, ucciso con quattro colpi di pistola nel quartiere Sambiase di Lamezia Terme, davanti al proprio negozio di frutta e verdura. Secondo le ricostruzioni fatte subito dopo l’omicidio, una persona a bordo di una moto, proveniente da nord, dal quartiere di Nicastro, avrebbe imboccato la traversa in cui si trova l’ortofrutta esplodendo quattro colpi di pistola nei confronti di Francesco Berlingieri, colpendolo alla testa. Accanto a lui si trovava il nipotino di 11 anni che è rimasto ferito alla coscia da un proiettile di rimbalzo. Erano le 19 circa, in piena ora di punta, con tante auto in transito in quello che è uno snodo tra i più trafficati di Lamezia Terme perché collega il quartiere di Nicastro con Sant’Eufemia e la zona costiera.

IL FERMO Nella giornata di lunedì erano state disposte su ordine della Procura di Lamezia Terme una serie di perquisizioni, che sembra abbiano dato esito negativo. Nel corso della stessa mattinata è stato eseguito il decreto di fermo, attuato per scongiurare il pericolo di fuga, nei confronti di Guerrise la quale è stata sottoposta a interrogatorio da parte del procuratore capo di Lamezia, Salvatore Curcio, e del pm titolare dell’indagine Marta Agostini. La 30enne si è avvalsa della facoltà di non rispondere. E si è avvalsa della facoltà di non rispondere anche martedì mattina nel corso dell’interrogatorio di convalida davanti al gip. La donna, così come suo marito, sono difesi dagli avvocati Teresa Bilotta e Antonello Mancuso. Ma se Guerrise, come sostiene l’accusa, ha concorso nell’omicidio di Francesco Berlingeri, viene spontaneo chiedersi a chi avrebbe fatto da complice la 30enne e se vi siano altri indagati da parte degli inquirenti.

Facebook Comments

Di

CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.