“Operatori gestione rifiuti”, opposizione chiede revoca

283

Interpellanza dei consiglieri comunali di minoranza di Taurianova al sindaco Fabio Scionti 

I sottoscritti Consiglieri comunali,
PREMESSO
Che la conduzione politica unidirezionale della sua Amministrazione, spesso e artatamente, crea le condizioni per avvantaggiare i vertici della Consulta delle associazioni e della società civile, tanto da consolidare, con essa, un rapporto di dipendenza politica, che la spoglia delle sue prerogative e dai suoi obiettivi originari per farne un’agenzia per il lavoro.

Che la sua Amministrazione, nello specifico, vista la Determina n. 232 del 28.09.2017, ha promosso l’AVVISO PUBBLICO per la formazione di “operatori per la corretta gestione dei rifiuti”, che nei fatti tutela gli iscritti alla Consulta, una sparuta minoranza, a svantaggio degli altri cittadini taurianovesi, la maggioranza, che vengono in tal modo discriminati.

Che l’AVVISO PUBBLICO voluto dalla sua Amministrazione, presuppone come “REQUISITO” indispensabile l’appartenenza certificata alle associazioni cittadine inserite nell’ “Albo delle libere forme associative e del volontariato” del Comune di Taurianova, istituito con Determina del Settore 3° n. 170 del 20.07.2017; e alle organizzazioni di protezione civile e/o volontariato regolarmente iscritte nei registri previsti dalla normativa vigente.
Che il “REQUISITO” in questione, dunque, nel tutelare i privilegi di alcuni, CALPESTA I DIRITTI DEL POPOLO TAURIANOVESE e viola i dettami costituzionali: “La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto” (Art. 4 della Costituzione)

Che il progetto “formativo” in questione appare pretestuoso, in quanto presumerebbe di far lavorare i prescelti in maniera gratuita («Gli ‘operatori per la corretta gestione dei rifiuti’ offriranno impegno e tempo libero gratuitamente per una pubblica utilità»), ma che in realtà prevede un costo, considerato che L’amministrazione comunale di Taurianova, in un periodo di acuta crisi economica, accentuata dall’incertezza per l’esito del ricorso alla bocciatura del Piano di Riequilibrio Finanziario dell’Ente, erogherà ben 10.000,00 Euro, sotto forma di rimborso, proporzionale al numero di volontari facenti parte di ogni associazione che risultano idonei al corso.

Che il progetto “formativo” in questione, che dispenserà la QUALIFICA di “operatori per la corretta gestione dei rifiuti”, funge da “cavallo di Troia” necessario, molto probabilmente, a bypassare i bandi pubblici per future assunzioni, considerato che la società che si aggiudicherà l’affidamento del “Servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani, assimilati e di igiene ambientale”, sarà obbligata, per contratto, ad assumere personale QUALIFICATO. Condizione che privilegerà i cittadini di seria A, quelli aderenti all’organismo associativo istituzionale della Consulta, che potranno essere selezionati per ottenere la qualifica, e avverserà il resto dei cittadini Taurianovesi: uomini e donne che non fanno parte del mondo associazionistico, ma che hanno in sé valori, capacità e dignità meritevoli di rispetto; una variegata umanità a cui occorre garantire diritti egualitari.

Che l’AVVISO PUBBLICO in oggetto, inoltre, a nostro modesto parere, contiene alcuni vizi di seguito esposti:
1. Inserendo come elemento di priorità un punteggio differenziato per fasce d’età, AGGIRA, violandola, la sentenza della Corte di Giustizia Europea, che con la sentenza del 13 novembre 2014 nella causa C-416/13) ha dichiarato che l’apposizione dei limiti di età, per l’accesso ai bandi pubblici, può risultare discriminatoria nei confronti di altri cittadini titolari delle medesime capacità, a prescindere dall’età.
2. Analogamente, Inserendo come elemento di priorità un punteggio differenziato per titoli scolastici (il cui possesso non è né obbligatorio, né indispensabile, né previsto dalle normative che regolano le selezioni di attività formative svolta gratuitamente per la pubblica utilità) si ripete la condizione discriminatoria rilevata per l’età.
3. È stato pubblicato nell’Albo Pretorio online del sito istituzionale del Comune di Taurianova, senza data di pubblicazione e senza indicare il termine di scadenza per la presentazione delle domande.

PER QUANTO SOPRA PREMESSO

Considerato, che l’Amministrazione Comunale, già in precedenza – per garantire la più ampia partecipazione alla procedura di gara per l’affidamento del “Servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani, assimilati e di igiene ambientale” – ha inteso modificare il capitolato speciale d’appalto recependo quanto richiesto con nota prot. no1054/GA/A0/17 del 15.06.2017, trasmessa dalla società Locride Ambiente S.p.A. ed acquisita al prot. com.le no 12329 del 16.06.2017, in relazione ad una clausola ostativa discriminatoria che ne impediva la partecipazione,

CHIEDIAMO

Per analogia e coerenza, e per garantire la più ampia partecipazione dei cittadini taurianovesi, la Revoca dell’Avviso Pubblico per la selezione e la formazione di “Operatori per la corretta gestione dei rifiuti”.

I CONSIGLERI COMUNALI
Maria Teresa PERRI
Raffaele SCARFÒ
Concetta NICOLOSI
Marianna VERSACE
Rocco BIASI
Maria Stella MORABITO
Filippo LAZZARO

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.