Mar. Gen 19th, 2021

Dopo la riunione del comitato dei sindaci della Locride della scorsa settimana sono tornate di grande attualità le problematiche che affliggono l’Ospedale di Locri. Particolarmente al limite, nelle ultime ore, risulterebbe proprio la situazione del reparto di “Pronto Soccorso”, presso il quale, nonostante le numerose denunce, continuerebbero a militare pochissimi medici. Proprio per questa ragione, nella giornata di ieri, gli operatori ospedalieri hanno deciso di adottare un provvedimento emergenziale che ha dell’assurdo, rifiutando di prestare assistenza a tutti gli utenti che si presentavano presso la struttura con un codice verde o inferiore al fine di trattare con maggiore perizia i soli casi gravi. Alla prevedibile protesta degli utenti ha fatto da eco quella della Uil-Fpl che, questa mattina, denunciava l’immobilismo dell’ASP RC, secondo il sindacato direttamente imputabile di questa condizione. L’assenza di personale sufficiente a garantire i livelli basilari di assistenza presso l’ospedale di Locri, infatti, sarebbe secondo loro imputabile alla scelletrata decisione di dislocare in diverse strutture medici assunti proprio per essere impiegati nel settore dell’emergenza-urgenza, oltre alla volontà arbitraria di non impiegare nuovo personale la cui assunzione, pure, è stata già autorizzata dal commissario ad acta.
Fonte: Gazzetta del Sud

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.