4 Dicembre 2020

I primi della classe s’impongono in trasferta e restano a +2. Risultato in bilico fino all’ 83’, quando Pasqualino s’inventa un eurogol.

Coincide con una sconfitta il ritorno al “Nicolazzo”, chiuso da circa 3 anni per lavori di ristrutturazione, del Maida. A violare il “nuovo” teatro dei giallorossi è la capolista Gioiosa, al secondo successo consecutivo dopo il primo e finora unico ko stagionale subito sul campo della Villese. Gara equilibrata nel primo tempo, chiara marca ospite nella ripresa, in virtù di un tasso tecnico decisamente maggiore. Ma ai tre punti i ragazzi di Scidà sono giunti grazie anche al carattere, con cui hanno saputo reagire allo svantaggio iniziale e al momentaneo 2-2 dei locali. Il Gioiosa, insomma, ha dovuto fare sfoggio di tutte le proprie qualità per conquistare il bottino pieno che consente di mantenere la  testa della classifica con +2 sul Bocale.

Pronti via, e padroni di casa subito in vantaggio. Al 1’ su punizione, parabola perfetta di Romagnuolo e portiere trafitto. Una mazzata pesante per i reggini, che comunque non si scompongono anche se rischiano grosso nel gioco aereo. Al 22’ El Aoudi infatti, da buona posizione sfiora la traversa con un colpo di testa. Gli ospiti alzano il baricentro e cominciano a diventare pericolosi. Alla mezzora Michenzi è strepitoso nel deviare una punizione di Calabrese su rigore, concesso per atterramento di Scuteri. Sull’ 1-1 si rientra negli spogliatori. Risultato tutto sommato giusto visto il gol a freddo del Maida, che avrebbe potuto incanalare la gara diversamente, e la buona reazione del Gioiosa.

Nella ripresa entrambe le squadre cercano di superarsi. Buono l’approccio dei locali, che al 9’ reclamano un rigore per un presunto atterramento di Torchia: l’arbitro lascia proseguire. I giallorossi allentano e gli ospiti a favore di vento ne approfittano, aumentando il ritmo. Al 22’ la prima della classe va in gol con Palermo che s’inserisce in area e insacca di destro, ma il direttore di gara annulla per fuorigioco tra le proteste dei reggini. Il 2-1 è nell’aria e puntualmente arriva al 33’ con Palermo su una ripartenza. Un solo giro di lancetta ed i lametini impattano con Musa, che interviene su una corta respinta di un difensore e insacca. Gli ospiti inseriscono forza fresche, pressano e al 38’ realizzano la rete del 3-2 con Pasqualino, che incenerisce l’estremo difensore con un tiro al volo da 35 metri. Maida nell’ occasione sfortunato perché in inferiorità numerica per l’infortunio capitato a Calabrese, che ha costretto la squadra a giocare in dieci per qualche minuto. Sul finire i locali tentano il tutto per tutto, ma la capolista non corre più rischi fino al triplice fischio.

ATLETICO MAIDA-GIOIOSA 2-3

Marcatori: 1° Romagnuolo. 43’ Calabrese (rig.), 33’ pr Palermo, 34’ st Musa, 38’ Pasqualino.

ATLETICO MAIDA: Michenzi, Taverna, Calabrese (38’ st Santo), Torchia, Romagnuolo, Fraijia, Musa, Martino El Aoudi, Martinez, Iudicelli (21’ st Costatino). All: Barone

GIOIOSA: Rullo, Sirni, Pasqualino, Stata, Marulla, Romeo, Albanese M., Calabrese, Scuteri (41’ st Mazzaferro), Denaro (36’ pt Palermo), Albanese A. 6 (33’ st Mesiti). All. Scidà.

ARBITRO: Carvelli di Crotone.

Facebook Comments

Di

CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.