Serie C | Il Cosenza in balia dell’onda Casertana. Al “Marulla” arriva un’altra sconfitta

266

COSENZA – CASERTANA 0-3

COSENZA (3-5-2): Perina 4; Idda 5 Dermaku 4,5 Pinna 4,5; Corsi 4,5 Calamai 5 Loviso 4,5 (32’ pt Mungo 5,5) Bruccini 5 (22’ st Tutino 4,5) D’Orazio 5 (1’ st Statella 5); Baclet 5 Mendicino 5 (1’ st Caccavallo 5). In panchina: Saracco, Palmiero, Pasqualoni, Boniotti, Liguori, Pascali. Allenatore: Braglia 5

CASERTANA (3-4-1-2): Benassi 6; Rainone 6,5 Polak 6 Lorenzini 6; Galli 6 Carriero 6,5 De Rose 6 (32’ st De Marco sv) Ferrara 6,5 (28’ st Rajcic 6); Turchetta 6 (16’ st D’Anna 6); Padovan 6,5 (32’ st Tripicchio sv) Alfageme 6,5. In panchina: Carrelli, Finizio, Donnarumma, Forte, Rajcic, Marotta, D’Anna, Cigliano, Santoro, Colli. Allenatore: D’Angelo 6,5

ARBITRO: Volpi di Arezzo 6

MARCATORI: 11’ pt Alfageme (CE), 40’ pt Galli (CE), 36’ st Carriero (CE)

NOTE: spettatori 2207 di cui 68 ospiti. Espulso al 46’ st Tutino (CS) per proteste. Ammoniti: Calamai (CS), De Rose (CE), Dermaku (CS), Mungo (CS). Angoli: 6-4 per il Cosenza. Recupero: 2‘ pt, 5‘ st

COSENZA – Pesante passivo per la formazione di Braglia al “Marulla”. La Casertana riesce a vincere segnando ben tre reti tra primo e secondo tempo. Silani quasi mai in partita e condizione psicologica sulla quale si dovrà lavorare nelle prossime settimane.

Anticipo del venerdì quello del “Marulla” tra il Cosenza e la Casertana. Confermata la formazione dei silani con il 3-5-2: Mendicino e Baclet alla seconda partita consecutiva da titolare. I campani optano per il 3-4-1-2 con Turchetta dietro i due attaccanti Alfageme e Padovan, in panchina l’ex di turno De Rose.

FATALI GLI ERRORI DELLA DIFESA COSENTINA

Alla prima vera azione della partita Baclet colpisce il palo esterno della porta difesa da Benassi. Uno svarione difensivo del Cosenza, ad opera di Perina e Dermaku, permette alla Casertana di passare in vantaggio con Alfageme al minuto 11. I padroni di casa provano a spingere sfruttando i cross dalle fasce mentre i campani cercano il contropiede.

Braglia parte subito con il primo cambio al 32’: esce Loviso ed entra Mungo. Il tecnico del Cosenza propone il 3-4-1-2 con Mungo che si posiziona dietro le due punte. In fase di non possesso confermato il 5-3-2 dei silani, stessa cosa dicasi per la Casertana. Al minuto 39 raddoppio della Casertana con un calcio piazzato, da posizione defilata, battuto da Galli.

MISTER BRAGLIA CAMBIA MODULO MA LA MUSICA NON CAMBIA

Il tecnico toscano opta per la doppia sostituzione: escono D’Orazio e Mendicino ed entrano Statella e Caccavallo. Braglia ritorna al 4-2-3-1 utilizzato durante la partita con il Catania. Al minuto 8 Mungo cerca di riaprire l’incontro ma il tiro è alto. La Casertana, spinta dall’entusiasmo, cerca il 3-0 con Padovan: conclusione fuori.

D’Angelo inserisce la carta D’Anna che prende il posto di Turchetta: il mister dei falchetti si difende forte dello 0-2. Ultimo cambio per il Cosenza al minuto 22’. Entra Tutino ed esce Bruccini: silani alla disperata ricerca della rete. Rajcic entra per coprire il centrocampo della Casertana. Statella al minuto 32 fallisce un rigore in movimento. Carriero dà il colpo di grazia al 36’ mettendo a segno un tiro a giro che supera Perina sul primo palo.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.