4 Dicembre 2020

Ha riscosso notevole successo la manifestazione organizzata a Siderno superiore per far le scoprire le “bellezze” del borgo antico sidernese arricchita da una partecipata “passeggiata” nell’autenticità della storia di Siderno Superiore tra arte, storia e natura. Tra i protagonisti anche i componenti dell’ A.S.D Calabria Fitwalking , diretta dal presidente prof. Fausto Certomà,che hanno “colorato” con la loiro presenza le caratteristiche viuzze e i luoghi piu’ significativi del centro storico. L’iniziativa , nata sotto il tema “vivi il borgo – Fitwalking nel borgo” è stata promossa e organizzata dalle associazioni. E’ stata occasione non solo per trascorrere momenti di benessere in alcune zone ancora incontaminate nelle adiacenze del borgo antico ma anche per conoscere, con visite guidate, gli angoli più suggestivi di Siderno superiore e scoprire i palazzi storici, le chiese, e gli angoli piu’ significativi del centro storico sidernese. Il percorso, peraltro, è stato arricchito arricchito da angoli espositivi di vario genere tra ( musica arte e tradizioni). Nel prestigioso Palazzo De Mojà è stata organizzata anche una bella mostra dal titolo “Le emozioni dei colori” con l’esposizione di opere del maestro Giuliano Zucco, di Sonia Certomà , Damocle Argirò Rosanna Trimboli, Luigi Amato e Angela Trimboli che ha suscitato grande interesse tra i visitatori. Nello stesso palazzo lo storico Domenico Romeo ha curato un angolo dell’ editoria con documenti e libri sui Cinque martiri di Gerace e lo stesso Romeo, che è anche membro della Deputazione di storia patria della Calabria ha offerto al pubblico, con la collaborazione degli studenti delle classi 3,4 e 5 dell’ Istituto comprensivo Siderno Agnana, una rievocazione storica della fucilazione dei Cinque Martiri di Gerace seguita con grande attenzione.Il tutto per ricordare, nelò 170esimo anno del loro sacrificio, la triste fine di Michele Bello, Rocco Verduci, Gaetano Ruffo, Pietro Mazzone e Domenico Salvadori, i cinque giovani uccisi nella piana di Gerace il 2 ottobre del 1847 per i loro ideali di libertà. A Palazzo Falletti, altra importante struttura di Siderno Superiore dove esiste, collocato sopra il suo portone d’ingresso, uno stemma che è stato decretato Monumento nazionale è stata organizzata altra iniziativa dal titolo “Le stanze della moda” con la presentazione delle originali creazioni della stilista Patrizia Papandrea. I due palazzi sono rimasti aperti domenica e lunedi ed hanno registrato la presenza di molti visitatori. La “due giorni” è stata organizzata per “rilanciare” l’antico borgo che si vuole far annoverare tra i borghi più belli d’Italia e per il quale si sono già attivate le procedure necessarie. Una ambizione tutt’altro che peregrina giustificata dal grande patrimonio artistico culturale e storico che si porta appresso quella che un tempo era chiamata Mocta Sideroni.

Aristide Bava

Facebook Comments

Di

CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.