4 Dicembre 2020

La pioggia torrenziale che ha colpito Archi nella prima mattinata di lunedì 6 novembre ha causato danni e disagi, in particolare a causa dell’esondazione del Torrente Condorato che a tutt’ora risulta ostruito in due punti, uno all’altezza della Via Nazionale (vedi video) e un’altro un po’ più a monte dello stesso corso. Chiediamo a tutti coloro che guardano questo video di condividerlo e dimostrare ancora una volta che Archi è un territorio abbandonato al destino e solo grazie ad alcuni residenti che lo stesso resiste alle intemperie amministrative e politiche. La pulizia e la manutenzione dei corsi fluviali nel territorio di Archi è merce di antichi ricordi, oggi non esiste alcun interesse nel rendere i corsi fluviali sicuri; e se il popolo è pigro, l’amministrazione è inesistente. Dopo che un rappresentante locale ha telefonato a: Polizia di Stato, Carabinieri e Vigili Urbani, ognuno dei corpi predisposti alla sicurezza dei cittadini (che pagano onestamente le tasse le quali servono al mantenimento proprio di questi corpi) hanno rimbalzato competenze e responsabilità ad altri enti e hanno suggerito di chiamare altri numeri di telefono oltretutto irreperibili. Un ringraziamento doveroso lo dobbiamo alla signora del Municipio di Archi che lunedì mattina, proprio nella fase emergenziale, si è prodigata a fornire il numero – sempre al nostro rappresentante locale – dell’ufficio della Protezione Civile. Dopo aver telefonato nella mattinata, la responsabile era impegnata in una riunione. Si riesce finalmente a rintracciare la sera, alle 19:00. Ecco quanto racconta il rappresentante locale di Archi:

Dopo la promessa di ieri (6 novembre, ore 19:00) da parte della Sig.ra Taglieri (Protezione Civile) che avrebbe dovuto inviare un corpo per il ripristino del Torrente Condorato, ancora a tutt’oggi (7 novembre, ore 15) non si è vista anima viva in quel torrente!

Nel primo video vi mostriamo l’esondazione in diretta del Torrente Condorato di Archi (RC), il tutto dietro il silenzio e l’omertà delle istituzioni e degli organi di informazione, nessuno che parla di questa situazione! Vergogna! Gli altri video sono stati effettuati subito dopo l’alluvione, le immagini sono sconcertanti, lasciamo al lettore ogni commento che comunque non farebbe alcuna piega a quanto scritto sopra. Povera Italia per la situazione di incompetenti in cui versa, per l’incapacità di amministrare una città e la sua messa in sicurezza. Siamo stanchi e arrabbiato di questa situazione, alle prossime elezioni amministrative ci guarderemo bene se andare a votare e a chi votare!

Facebook Comments

Di

CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.