Gio. Lug 29th, 2021

Due vittorie interne, un pareggio e quattro vittorie esterne, 48 gol totali: queste in breve le cifre della decima giornata del campionato di serie C1, in cui sono cadute le imbattibilità casalinghe di LS Spadafora Games Traforo, Bovalino e Kroton. Dunque l’unico campo ancora inviolato in questa stagione rimane quello della Maestrelli.
Una giornata in cui non sono mancati i ribaltoni e i risultati clamorosi a cui questo torneo ci ha sempre abituati. Innanzitutto il big match della giornata se l’è aggiudicato il Mirto del presidente Salvino, che ha battuto per 3-1 al PalaLaCava il Bovalino inanellando la quarta vittoria consecutiva e ritrovandosi così solo in testa alla classifica. Si, perché LS Spadafora Games Traforo ha “toppato” al PalaEventi contro la Sensation Profumerie di un incontenibile Gabriele Cremona, nuovo capocannoniere del campionato dopo i 4 gol rifilati ai rossanesi. Rossanesi che finora non avevano mai preso più di 3 gol in una partita, ne incassano 8 dall’avversario odierno e rimediano la terza sconfitta in questa settimana.
Sale al secondo posto il Futsal Polistena, corsaro al PalaMilone con il neo acquisto Dile Gomes, all’esordio in maglia rossoverde, subito sugli scudi. Pareggio tra Enotria Five Catanzaro e Città di Cosenza in una gara ricca di emozioni, mentre il Polistena C5 ne fa sei all’Amantea, incamerando tre punti importantissimi. Stesso discorso per il Lamezia Soccer, autore di un’impeccabile prestazione contro la Maestrelli, mentre il Bisignano Magic Games, alla terza vittoria consecutiva, continua la sua “remuntada” verso i quartieri alti della classifica facendo suo il match contro una volitiva Roglianese.

 

BOVALINO – LM MIRTO  1 – 3

Marcatori: 5′ Zurlo (BO), 54′ A. Berardi (MI), 61′ De Vincenti (MI), 65′ A. Savoia (MI)

De Vincenti (Mirto)De Vincenti (Mirto)Il BC5 scende in campo contro la capolista LM Mirto grande sfida sul piano tecnico e fisico. Spettacolo anche sugli spalti con quasi 200 persone presenti e tifosi al seguito. Nel primo tempo nulla di speciale da segnalare partita equilibrata i padroni di casa passano subito in vantaggio con Zurlo al 5’ un super Manti fa grandi parate sui colpi degli avversari. Nel secondo tempo gli amaranto sprecano tantissimo Avarello non centra la porta mezza sguarnita e Zurlo non riesce a centrare il bersaglio. Negli ultimi 10’ minuti il BC5 cede il passo agli ospiti che ne approfittano per trafiggere per ben tre volte la porta di Manti al 54’ e al 60+1 con Berardi e al 60+3 Savoia completa la vittoria per i bianco-azzurri. (Bovalino C5)

L.S. TRAFORO SPADAFORA GAMES – SENSATION PROFUMERIE   6 – 8

Marcatori: 3′ Roccisano (SP), 5′ Rafinha (TR), 8′ Cosentino (TR), 9′ Salerno (TR), 34′ G. Cremona (SP), 35′ Totino (SP), 41′ Roccisano (SP), 51′ Rafinha (TR), 58′ G. Cremona (SP), 60′ G. Cremona (SP), 61′ G. Cremona (SP), 62′ Aragon (TR), 62′ Totino (SP), 63′ Rafinha (TR)

Gabriele CremonaGabriele CremonaIncredibile risultato maturato al PalaEventi: la Sensation Profumerie ha battuto, meritatamente, LS Spadafora Games Traforo! Capolavoro dei gioiosani dunque al cospetto di una squadra che, dopo un buon primo tempo, chiuso sul 3-1, non è praticamente scesa in campo nella ripresa, convinta di aver già vinto. Dal canto loro i ragazzi di mister Gallo non hanno mai smesso di crederci e hanno rimontato addirittura fino al 3-4. Un’impennata di orgoglio permetteva ai padroni di casa di guadagnarsi e trasformare un rigore con Rafinha, ma era solo un raggio di luce nella nerissima serata dei rossanesi. Una pimpante Sensation era micidiale nelle ripartenze e chiudeva i conti quando il Traforo si schierava col portiere di movimento. Poker per Gabriele Cremona, nuovo capocannoniere del campionato, ciliegina sulla torta in questa giornata di gloria per i gioiosani, che senza dubbio si riabilitano anche per quanto riguarda la lotta salvezza.

 

 

GLS KROTON – FUTSAL POLISTENA   1 – 6

Marcatori: Pratticò, Calabrese, Pratticò, Cannizzaro, Dile Gomes, L. Martino (KR), Dile Gomes

Diego Pratticò del Futsal PolistenaDiego Pratticò del Futsal PolistenaIl Futsal Polistena tira fuori la partita perfetta e non lascia scampo al Kroton, che non ha potuto far altro che arrendersi al cospetto dei rossoverdi, autori di un primo tempo irresistibile, mentre nella ripresa è arrivata, troppo tardi però, la reazione dei pitagorici, che hanno sicuramente affrontato la gara con un piglio diverso, accorciando le distanze con un tiro libero di Luigi Martino, ma a quel punto non c’era più nulla da fare. Molluso, dopo il successo di mercoledì che è valso la Final Four di Coppa Italia, si ripete anche in campionato, in una gara tutt’altro che semplice tra l’altro. Insomma il Futsal Polistena (tra le cui file da segnalare l’esordio con doppietta di Dile Gomes), dopo un (breve) periodo no, è tornato, mentre per il Kroton urge dimenticare al più presto questa gara e ripartire in vista dei prossimi impegni.

ENOTRIA-FIVE CZ – CITTA’ DI COSENZA  2 – 2 

Marcatori: 5′ Naccarato (CS), 9′ Brandonisio (EF), 19′ Fortino (CS), 31′ A. Capicotto (EN)

Enotria Five-Città di Cosenza salutiEnotria Five-Città di Cosenza salutiAl termine di un match in cui il pubblico presente tutto ha fatto fuorché annoiarsi, è finita in parità la sfida tra Enotria Five Soccer e Città di Cosenza. Una gara davvero intensa per merito delle due squadre, ben schierate dai due allenatori e che si sono date battaglia fino al 60’ senza risparmiarsi.
In campo Monterosso e Pagliuso, in panchina mister Mendicino, in tribuna nelle vesti di spettatore Luca Frustace per un momento amarcord della nostra Juniores campione regionale in carica andato in scena al PalaGallo!
Il fischio del duo arbitrale sancisce l’inizio di un’incredibile girandola di occasioni: Monterosso a lato di un niente, Buffa è successivamente reattivo su Galiano in uscita, Naccarato prima salva sulla linea una nuova iniziativa di Monterosso, poi dopo un rimpallo dall’altra parte del campo si ritrova la sfera sui piedi ed è bravo a freddare il portiere avversario per l’1-0 Città di Cosenza.
L’Enotria Five Soccer, priva di Levato e dell’infortunato Castanò, reagisce e trova il pari dopo un’azione insistita di Carnuccio, che cede a Brandonisio il cui piazzato finisce nel set alle spalle dell’incolpevole Casella. Proprio Casella da questo momento inizia il suo personale show, neutralizzando alla grandissima le diverse conclusioni dei padroni di casa verso la sua porta. Da segnale anche un legno per parte: quello di Galiano (decisivo il tocco di Buffa sul suo tiro a botta sicura) subito dopo l’1-1 catanzarese e l’incrocio colpita da Brandonisio d’esterno.
Al 19’ invece il nuovo vantaggio dei rossoblu: splendido schema su punizione (fatta ripetere due volte dagli arbitri) disegnato per la conclusione di Cristian Fortino, che non sbaglia.
La compagine di Lombardo ricomincia a premere per cercare nuovamente il pareggio, ma sbatte sempre sul muro Casella, mentre è da registrare un brutto colpo subito da Naccarato, andato ko durante uno scontro fortuito con un avversario.
Pareggio che arriva comunque qualche manciata di secondi dopo il 1’ della ripresa, grazie ad una bella stoccata di Andrea Capicotto. Poi una serie di botta e risposta tra le due squadre con Milano e Galiano su punizione da una parte (Buffa ci mette il piede) e Brandonisio e Mario Capicotto dall’altra (palo interno).
L’Enotria Five commette poi il suo quinto fallo al 17’, ma 2’ dopo avviene un episodio importante: Galiano, già ammonito, entra in area e cade giù per un presunto contatto con un avversario, per i direttori di gara è simulazione e conseguente rosso (decisione, questa, che ha lasciato perplessi gli ospiti, anche se nel dopo gara pure i padroni di casa hanno avuto da ridire sulla direzione del match). I catanzaresi non sfruttano però a dovere i 2’ di superiorità, con i rossoblu che, nonostante la situazione di emergenza anche per quanto riguarda le rotazioni a disposizione, si chiudono bene e resistono. Mario Capicotto sfiora il palo esterno, poi al 57’ arriva il sesto fallo dell’Enotria Five che a questo punto rischia di perderla, ma Buffa ipnotizza Milano e salva i suoi, così come a tempo quasi scaduto una punizione dal limite di Potestio non ha fortuna. Termina così 2-2.

POLISTENA C5 – AMANTEA  6 – 1

Marcatori: 11′ Giovinazzo (PO), 16′ Politanò (PO), 23′ Politanò (PO), 24′ D’Agostino (PO), 25′ D’Agostino (PO), 30’+1′ Giovinazzo (PO), 41′ Borgia (AM)

Pregara PC5 AmanteaPregara PC5 AmanteaAl Palazzetto dello Sport di Polistena si incontrano il Polistena Calcio a 5 in piena emergenza infortuni al cospetto di un Amantea che oggi è sembrato spento e demotivato. Partono forti i padroni di casa che chiudono il match già nei primi 30 minuti rifilando un 6 a 0 che non lascia speranze alla compagine cosentina. Le reti locali vengono siglate, per ordine da Giovinazzo, Politanò, Politanò, D’agostino, D’agostino e Giovinazzo che in 20 minuti tramortiscono gli avversari apparsi oggi incapaci di reagire agli attacchi dei rossoverdi. Il secondo tempo è pura formalità, l’Amantea non insidia la squadra avversaria che può tranquillamente gestire il risultato. Unico spunto degno di nota è la rete siglata al 42° da Borgia che permette cosi agli ospiti di siglare almeno la “rete della bandiera” . Il PC5 non trova pace, oggi infatti durante la fase di riscaldamento Enzo Startari si è dovuto fermare per un sospetto stiramento. In occasione della giornata mondiale contro la violenza sulle donne il capitano Insana ha omaggiato la direttrice di Gara Lucy Molinaro con un mazzo di rose. (Ufficio Stampa Polistena C5)

 

LAMEZIA SOCCER – MAESTRELLI   6 – 0

Marcatori: 3′ e 4′ Caffarelli (LS), 15′ Gerbasi (LS), 27′ Gerbasi (LS), 32′ Caffarelli (LS), 54′ Crapella (LS)

Ingresso in campo Lamezia Soccer MaestrelliIngresso in campo Lamezia Soccer MaestrelliAl Palazzetto “Alfio Sparti” di Lamezia Terme è andata in scena una pirotecnica 10^ giornata di campionato tra ASD Lamezia Soccer e Maestrelli C5. Squadra orange che, dopo l’eliminazione dalla coppa Italia, è chiamata a reagire e a rispondere in campionato per continuare la corsa alla salvezza.
Reazione che arriva subito, dopo soli 3′ di gioco i ragazzi di mister Carrozza si portano in vantaggio per 1 a 0 con l’ormai solito Caffarelli su un grande assist di Lo Riggio, quest’ultimo da lì a poco si renderà, nonostante la mancata rete personale, il migliore in campo con giocate eccezionali sia in fase offensiva che in fase difensiva, sontuoso.
Dopo solo un minuto, quindi al 4′ di gioco, arriva anche la seconda rete della Lamezia Soccer e doppietta personale per Caffarelli questa volta su assist di Morelli. 2 a 0 e palla al centro. Maestrelli in bambola e lametini che continuano a macinare gioco ed al 15′ si porta a tre lunghezze di distanza con Gerbasi. A rendersi protagonista è ancora una volta Morelli che recupera palla nella sua area e riparte con azione personale, galoppa per tutto il campo saltando più di un avversario e appoggia un pallone semplice per Gerbasi a porta sguarnita, 3 a 0 per la Lamezia Soccer. Primi 30 minuti a tinte arancioni e proprio poco prima del fischio finale di primo tempo la Lamezia Soccer cala il poker e Gerbasi fa doppietta su assist di Caffarelli, 4 a 0.
Primo tempo che termina con il dominio lametino e Maestrelli che non riesce a trovare la reazione. I secondi trenta minuti di gioco iniziano alla stessa identica maniera ed al 32′ arriva la cinquina della Lamezia soccer e la tripletta personale per Caffarelli (la seconda in due settimane) che sfrutta un errore della difesa avversaria e batte il portiere.
Al 36′ arriva la reazione della Maestrelli che con Giunta su punizione sfiora il gol, ma viene intercettato in anticipo da Lo Riggio. Al 40′ la Maestrelli è costretta a giocarsi la carta portiere di movimento e va all’arrembaggio. Al 50′ è Bagnato ad andare vicino al gol per i suoi ma nulla da fare, Bentornato si fa trovare pronto tra i pali della Lamezia soccer. A chiudere i conti, se mai ce ne fosse bisogno, è la Lamezia Soccer che al 54′ sfruttando il portiere di movimento avversario, recupera palla e con Crapella firma il 6 a 0 definitivo a porta sguarnita con tiro dalla distanza. Prima del fischio finale Oliva per la Maestrelli impegna per due volte Bentornato ma anche qui ad averla vinta è il portiere lametino. Partita che termina con il punteggio di 6 a 0 per la Lamezia Soccer nei confronti della Maestrelli C5. Lametini impegnati alla prossima giornata di campionato a Bisignano e che nel frattempo salgono a quota 17 punti insieme alle due squadre di Polistena. Ultima nota di merito in fine per il duo arbitrale Lamanna/Freccia, dirigono la gara in maniera impeccabile e con personalità, mai impreparati nelle decisioni. (Ufficio Stampa ASD Lamezia Soccer)

ROGLIANESE – BISIGNANO MAGIC GAMES  1 – 5

Marcatori: Marsico (RO), Gil (BI), Bier (BI), Ferraro (BI), A. Bisignano (BI), Bier (BI)

Ferraro (Bisignano Magic Games) in azione Ferraro (Bisignano Magic Games) in azioneLa Roglianese tira fuori un’incoraggiante prova d’orgoglio, ma non basta per avere la meglio sul Bisignano Magic Games. I padroni di casa sono passati anche in vantaggio con Marsico, cercando poi di tenere duro e di arginare la manovra degli ospiti, ma alla fine si sono dovuti arrendere alla loro maggiore esperienza e tasso tecnico. Per la compagine del presidente Reda, ora a -2 dalla zona play-off, a segno Gil, Ferraro (il quale ha ritrovato la giusta continuità in zona gol), Andrea Bisignano (tra l’altro autore di una prova maiuscola) e Mauricio Bier, che ha festeggiato nel migliore dei modi, ossia con una doppietta, il suo compleanno.

QUI RISULTATI E CLASSIFICA DOPO LA 10° GIORNATA

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.