” DONANDO… SI VIVE ! ” – INIZIATIVA DEL COMUNE DI GIOIOSA JONICA IN COLLABORAZIONE CON AIL ED AVIS

1827

” DONANDO… SI VIVE ! ” – INIZIATIVA DEL COMUNE DI GIOIOSA JONICA IN COLLABORAZIONE CON AIL ED AVIS
INCONTRO DIVULGATIVO SULLA DONAZIONE DELLE CELLULE STAMINALI E DEL SANGUE
AUDITORIUM COMUNALE DI AGGREGAZIONE GIOVANILE SABATO 2 DICEMBRE 2017 ORE 9,30
PARTECIPERA’ ANCHE IL VESCOVO MONS. FRANCESCO OLIVA.
Nota Informativa
DONAZIONE DEL SANGUE
Il sangue che quotidianamente si impiega per la cura dei pazienti proviene dalla donazione volontaria e gratuita di molte persone.
L’Italia non è ancora un paese autosufficiente e, in questi ultimi anni, c’è stato un notevole incremento della richiesta.
Pertanto, è assolutamente necessario che un numero sempre maggiore di persone in buona salute, di età compresa tra i 18 e i 65 anni, doni generosamente il proprio sangue.
Il sangue è indispensabile per moltissime terapie e non solo nelle situazioni di emergenza. Non puoi sapere a chi doni il tuo sangue, ma sappi che la tua donazione è destinata a molti tipi di malati, a quelli oncologici e alle persone che hanno emorragie importanti per traumi, interventi chirurgici, tra cui i trapianti, o durante il parto.
Si dona presso le strutture trasfusionali degli ospedali o presso le unità di raccolta gestite dalle associazioni. Puoi prenotare tutti i tipi di donazione direttamente presso il centro trasfusionale o tramite le associazioni di donatori di sangue.
La legislazione italiana (Legge 21 ottobre 2005, n. 219) prevede una giornata di riposo retribuita per chi ha effettuato una donazione.
Per quanto riguarda gli studenti, invece, l’assenza causata nella giornata della donazione è giustificata e, sotto presentazione di un certificato medico, le ore di assenza non vengono conteggiate.
DONAZIONE DELLE CELLULE STAMINALI
Le cellule staminali donate ripopolano il midollo osseo del malato, offrendo una nuova opportunità per il futuro.
Per molti pazienti affetti da malattie ematologiche, il trapianto rappresenta una valida possibilità di trattamento e una grande opportunità di guarigione.
In Italia circa un migliaio di persone ogni anno, di cui quasi la metà bambini, potrebbe trovare beneficio da questo tipo di intervento.
Per diventare donatori basta rivolgersi a un Servizio Trasfusionale dedicato all’arruolamento di donatori a scopo di trapianto.
E’ possibile donare cellule staminali da sangue periferico arricchito, da sangue di cordone ombelicale ma anche da midollo osseo.
DONAZIONE DEL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE
Al momento della nascita di un figlio, una mamma può salvare un altro bambino attraverso la donazione del sangue del cordone ombelicale.
Il cordone contiene sangue ricco di cellule staminali, che sono in grado di generare miliardi di globuli rossi, globuli bianchi e piastrine, elementi fondamentali del sangue.
Donare il sangue del cordone ombelicale vuol dire, quindi, sfruttare le potenzialità di queste cellule.
Questo sangue può essere impiegato, in sostituzione delle cellule staminali del midollo osseo, nella cura della leucemia e di altre malattie.
IL COMUNICATO STAMPA
Questo il comunicato stampa ufficiale che presenta l’evento di Gioiosa Jonica
“Organizzato dall’Amministrazione Comunale di Gioiosa Ionica, in collaborazione con la locale Consulta delle Associazioni, l’AIL (Associazione Italiana contro le Leucemie-Linfomi e Mieloma Onlus) Sezione “Alberto Neri” RC-VV e l’AVIS Provinciale di Reggio Calabria (Associazione Volontari Italiani del Sangue) si svolgerà il prossimo sabato 2 dicembre a partire dalle ore 9:30, presso l’Auditorium comunale, l’incontro divulgativo dal tema “Donando …Si Vive!”. Obiettivo dell’incontro, destinato prioritariamente agli studenti delle ultime classi delle scuole medie inferiori e degli istituti scolastici superiori, è la diffusione della cultura e pratica della donazione di sangue e cellule staminali come gesto di solidarietà, ma, anche, di cittadinanza attiva, che dovrebbe far parte del “bagaglio” di conoscenze ed azioni di ogni buon cittadino.
Il tema, dopo i saluti tra gli altri del sindaco di Gioiosa Ionica Salvatore Fuda e di Mons. Francesco Oliva Vescovo della Diocesi di Locri-Gerace, verrà affrontato da illustri relatori: per l’AVIS Provinciale dal suo presidente Dott. Antonino Posterino, a cui seguiranno le relazioni del Dott. Massimo Martino, Direttore del C.T.M.O. Centro Unico Regionale Trapianti di Cellule Staminali e Terapie Cellulari “A. Neri” e del Dott. Giuseppe Console, Responsabile del Registro Donazione non Consanguinea C.T.M.O. Centro Unico Regionale Trapianti di Cellule Staminali e Terapie Cellulari “A. Neri”.
Ampio spazio alla fine delle relazioni verrà dato alle domande ed alle richieste di approfondimento degli studenti.
Da Gioiosa Ionica si vuole lanciare un importante messaggio per muovere le coscienze dei più giovani ed avvicinarli alla donazione. Infatti, la donazione gratuita e volontaria di questi importanti “farmaci naturali” rappresenta a volte l’unico gesto utile per salvare la vita di molte persone sofferenti o gravemente malate. ”
nota a cura di Vincenzo Logozzo
Gioiosa Jonica, martedì 28 novembre 2017

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.