Mer. Apr 21st, 2021

Prima e poi doveva accadere. Quindi poco male. Si riparte con più slancio di prima e con la consapevolezza di aver filo da torcere a tutti gli avversari. Casomai, in casa Siderno, più che la perdita del primato, il rammarico di questi primi tre mesi va al ko a tavolino in Coppa Italia. Lì si è persa la possibilità di fare strada nella manifestazione e di arricchire la casse societarie con il doppio derby con il Locri.

Al riguardo, la sfida a distanza continua, stavolta a parti invertite, e la data del derby si avvicina (il 26 novembre in casa dei cugini amaranto). Per quella data il Siderno ritroverà Minici nel cuore della mediana. Un ritorno importante, che serve in una squadra nella quale i ricambi non sono tanti, almeno in questa fase. Costera, Riccio e Panetta, tutti e tre classe 2000, sono stati i cambi fatti da Galati sabato a Reggio Calabria. Un dato evidente che amplifica i meriti di Galati, anche se fra gli obiettivi stagionali c’è pure quello di valorizzare qualche under.

Di conseguenza si volta pagina e si punta al prossimo match con il Cutro. Una gara da vincere ovviamente, e nella quale bisognerà stare attenti non solo all’avversario, ma anche ad eventuali e malaugurati infortuni o squalifiche, perché la domenica successiva bisognerà affrontare il derby senza altre defezioni. Dalla gara di Reggio i biancoazzurri avranno saputo trarre utili indicazioni per il futuro.

(fonte quotidiano del sud)

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.