ECCELLENZA | E’ UN LOCRI DA URLO: BATTE IL SIDERNO E PRENDE IL VOLO

2079

Festa dello sport in campo e sugli spalti: quattromila tifosi regalano spettacolo e coreografie mozzafiato. Primi 45’ bloccati dalla tensione, la svolta nella ripresa con gli amaranto che trovano l’uno-due decisivo con Ruggiero e Carbone.

Vince il Locri con merito e stacca di tre punti i cugini sidernesi nel testa a testa in vetta alla classifica del torneo di Eccellenza; la gara si decide nella ripresa con un Locri autoritario ed un Siderno che, praticamente, rimane negli spogliatoi dopo un primo tempo in sostanziale equilibrio e con gli ospiti, comunque, anche pericolosi nei primi minuti della gara, mentre gli amaranto erano apparsi a tratti alquanto contratti. Ha vinto il Locri ed alla pari hanno vinto i quattromila che hanno assiepato il comunale di via Cosmano in una cornice mozzafiato e con grande correttezza e sportività da entrambe le parti, segnando una pagina di sport per il dilettantismo calabrese difficilmente ripetibile.

Umberto Scorrano non dispone di Bruzzese gravemente  infortunato e tra i over vanno in panchina Carbone e Conversi, pure loro reduci da acciacchi. Davanti a Galluzzo, i tre dentro sono Battista, Coluccio e Dascoli, con Ruggiero, Castellano, Lombardo, Siano e Guttà sulla linea mediana e Libri accanto a Iervasi in avanti. Franco Galati recupera Minici in mezzo dopo le cinque giornate di squalifica e con l’ex Papaleo in panchino schiera Stilitano tra i pali, con Cavallaro, Okoroji, Pizzoleo e Fuda dietro, quindi Akpan, Khanfri, Minici e Aidibi sulla linea mediana e Ciccone con Mendy in attacco, Parte bene il Siderno con grande velocità e soprattutto con Mendy si rende più volte pericoloso nei primi minuti, anche impegnando Galluzzo in una difficoltosa parata al 4’ e poi crossando sempre da sinistra dopo un bel dribbling al 7’ che finisce dall’altra parte senza che nessuno intervenga. Reagisce il Locri al 10’ con una progressione di Libri fermato fallosamente da Minici e sul conseguente calcio di punizione di Lombardo nuovo rovesciamento di fronte del Siderno, con Ciccone che si invola in contropiede ma l’azione sfuma vicino all’area di rigore. Forse sinistro di capitan Fuda al 13’, ma la sfera va a lato. Al quarto d’oro crossa Lombardo su punizione concessa per fallo su Siano e sugli sviluppi conclude alto col sinistro Coluccio. Poi lunghe fasi di gioco spezzettato a centrocampo: la posta in palio è troppo alta per non metterci grande attenzione in fase di rottura da entrambe le parti. Al 39’ scambio tra Libri e Iervasi e la difesa manda in angolo: calcio Lombardo colpisce di testa in posizione sbilenca e la sfera finisce alta.

Nella ripresa al 2’ scambio amaranto sulla destra e Pizzoleo sbroglia su Ruggiero, mentre al 10 conclude bene Guttà da sinistra e la sfera sul fondo. Conclude Libri col destro dalla distanza al 12’ e Stillitano manda in angolo. Gol amaranto al 16’: sulla destra Lombardo porge indietro a Battista che crossa in area; Dascoli anticipa di testa Minici e Fuda all’altezza del dischetto ed allunga la sfera, con Ruggiero che precede Pizzoleo e scarica un gran diagonale destro da distanza ravvicinata su cui nulla può il portiere biancoazzurro. Spalti in vero e proprio delirio. Passano otto minuti e il Locri raddoppia: Okoroji cincischia nella metà campo amaranto e Libri gli ruba la palla servendo Carbone, entrando da pochi minuti: progressione inarrestabile lungo l’out di sinistra e chiusura ritardata della difesa ospite, con l’attaccante amaranto che entra in area e sferra un preciso rasoterra che finisce in rete: gara in archivio.

Il Siderno non dimostra di poter recuperare, mentre il Locri gestisce con autorevolezza la gara. Solo al 41’ gli ospiti si rivedono dalle parte di Galuzzo: Spataro conclude col sinistro di poco a lato dopo un’iniziativa di Mendy sulla destra. Si chiude con velleitario tiro alto di Minici dalla lunga distanza al 45’. Poi il triplice fischio e parte la festa: la capolista se ne va.

LOCRI-SIDERNO 2-0

Marcatori: st 16’ Ruggiero, 24’ Carbone.

Locri: Galuzzo. Battista, Coluccio, Dascoli, Ruggiero  (st 46’ Vanicchio), Guttà, Castellano (st 36’ Conversi), Lombardo, Siano, Libri, Iervasi (st 7’ Carbone). Allenatore: Scorrano

Siderno: Stillitano, Cavallaro, Fuda (st 20’ Spataro), Pizzoleo, Minici, Okoroji, Akpan (st 38’ Carabetta), Khanfri (st 14’ Luciano), Mendy, Ciccone, Aidibi (st 20’ Teti). Allenatore Galati.

Arbitro: Costa di Catanzaro (assistenti Decorato di Cosenza e Celestino di Reggio Calabria)

CARMINE BARBARO (Gazzetta del Sud)

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.