LA RAI CANCELLA LA FICTION SU LUCANO DAL PALINSESTO DOPO L’INCHIESTA DELLA PROCURA DI LOCRI

1642

C’era stata una interrogazione della Lega e FI

Il film sul sindaco di Riace con Beppe Fiorello non andrà in onda. La fiction finita di girare lo scorso mese di luglio a Riace e in altri posti calabresi, oltre che fuori regione, è stata cancellata dal palinsesto Rai. Almeno per il momento è questa la decisione presi dai vertici di Viale Mazzini sulla produzione che racconta la storia del sindaco Domenico Lucano e del modello “Riace”. La notizia è ora ufficiale. L’ha comunicata il responsabile della casa di produzione della stessa fiction, Roberto Sessa di Pico Media, a Domenico Lucano in persona. Alla base della decisione, è chiaro, c’è l’indagine nei confronti dello stesso primo citatdino di Riace, insieme ad un’altra persona. La vicenda giudiziaria in corso ha scatenato le reazioni di alcune parti politiche, che avrebbero presentato alcune interrogazioni in merito. C’è la posizione del vicepresidente del Senato, Maurizio Gasparri, di Forza Italia, che subito si è chiesto “se sia il caso da parte della Rai di proseguire nella realizzazione di un fiction celebrativa di questo sindaco. Probabilmente sarà innocente – aveva dichiarato lo stesso -, ma mettendo sugli altari televisivi anzitempo porta addirittura sfortuna visto quanto sta accadendo. Chiedo pubblicamente alla Rai un’immediata risposta su questa vicenda. Tutto finità bene, il sindaco casomai sarà scagionato rapidamente. Ma questa politica filo immigrazione demagogica, che anche il servizio pubblico rischia di alimentare, può portare a gravi errori”. Stessa domanda da parte del senatore della Lega, Jonny Crosio, componente della Commissione di Vigilanza Rai: “Che cosa farà la Rai per la fiction sul sindaco di Riace ? Rivede il copione o bloccare la messa in onda, già prevista per febbraio 2018 su Rai 1. La miniserie televisiva in una puntata vede come protagonista Beppe Fiorello nei panni di Lucano. “Tutto il mondo è paese”, questo il titolo della fiction, con la regia di Giulio Manfredonia. Ora c’è da attendere l’esito dell’inchiesta.

(fonte quotidiano del sud)

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.