Liceo “Gerace” Cittanova, la rabbia di FdI e Forza Italia

596

Il sindaco come Ponzio Pilato. Interverremo con i rappresentanti del centrodestra nel Consiglio Metropolitano e della Regione”

Pronto il nostro manifesto che pubblicamente chiede al Sindaco di Cittanova un atto di coraggio e di amore per il nostro comune che non può sottostare a subordinato ad equilibri politici a vantaggio del Sindaco Scionti, tra l’altro votato dalla maggioranza del centrosinistra Cittanovese. Purtroppo la politica in consiglio, anche in questo caso, dimostra di arrivare in netto ritardo, stando alla data di deliberazione della Giunta Comunale che lascia perplessità sulla capacità di incidere politicamente sull’Amministrazione. E’ da giorni che i quotidiani pubblicano notizie in merito al dimensionamento scolastico del nostro Comune. Quest’ultimo, amministrato dal centro sinistra, con delibera di Giunta Comunale n°152 REG.GEN del 28/09/2017 ha preferito esprimere pareri a soluzioni concrete nell’interesse del nostro Comune.

Infatti, leggendo la delibera sopra citata, il Sindaco ha preferito privilegiare l’atteggiamento alla “Ponzio Pilato” che non porsi con determinazione e autorevolezza nell’adottare scelte concrete e decisionali. In tutto ciò, riteniamo, che il ruolo dell’Ente comunale dev’essere di primo piano, soprattutto quando in gioco c’è una importante realtà sul territorio comunale che è rappresentata dal Liceo Classico e Liceo Artistico. Quell’Ente comunale che è obbligato ad assicurare un giusto equilibrio tra una valida offerta formativa agli studenti a quella di tutela dei posti di lavoro per personale amministrativo e non. Quest’ultimi a rischio in caso di un potenziale accorpamento degli istituti scolastici.

In virtù di ciò, leggendo la delibera viene testé riportato “… Sentiti i rappresentanti scolastici di entrambi gli istituti…”, dichiarazione quest’ultima che ci lascia alquanto sbigottiti, in quanto la Dirigente Scolastica dell’attuale Liceo Scientifico nonché dei Licei Classico e Artistico sembra non essere stata mai sentita dall’Amministrazione Comunale. Dirigente scolastico, che pare abbia adottato delle delibere di consiglio d’istituto per ben due anni, con le quali chiedeva l’accorpamento dei tre istituti scolastici, stante l’omogeneità degli indirizzi e dei percorsi di studi, giusto le linee guida emanate dalla Regione Calabria. Richieste, tutte rimaste inevase. Se a tutto ciò, leggiamo le “proposte” di questa Giunta Comunale, sorge spontaneamente pensare:
CI SONO O CI FANNO!!!

Oltremodo, non sono ben chiare le ragioni che abbiano spinto la G.C. ad approvare un provvedimento nel quale si limita a proporre ben tre proposte ( delle tre una !! ), demandando ad altri la scelta. TROPPO SEMPLICE SIG. SINDACO LAVARSI LE MANI COME “PONZIO PILATO”!!!! In qualunque modo si voglia intendere il deliberato di questa Giunta, rimane ferma, a parere nostro, la sua evidente incapacità ed inettitudine politica/amministrativa. Tutto ciò trova riscontro, in quanto, nel suo deliberato non ha minimamente pensato a “Proporre” il mantenimento in caso di un eventuale accorpamento tra i diversi istituti superiori di Comuni diversi, della dirigenza scolastica al Liceo Classico e quindi a Cittanova. Scelte, invece, che per come riportato dall’articolo pubblicato in data 4/11/2017 dalla stampa locale il suo collega Sindaco di Taurianova ha pensato bene di proporre. SARA’ PERCHE’ QUEST’ULTIMO HA L’INCARICO DI CONSIGLIERE DELEGATO ALLA CITTA’ METROPOLITANA?, o perchè le sue proposte sono state adottate nel rispetto della subordinazione dei ruoli istituzionali e politici che la LEGANO?.

Ecco perché,non possiamo, sottrarci dall’evidenziare, ancora una volta, il “presso pochismo amministrativo” e la “superficialità” di quest’amministrazione comunale, soprattutto in un settore fondamentale qual è quello dell’istruzione e della cultura, dove si sarebbe dovuto agire con scelte politiche VALIDE E DETERMINATE.

Determinatezza e competenza che sembrano proprio mancare a quest’amministrazione comunale, i cui effetti , come sempre ricadranno sulla scuola, sulle future generazioni e sui cittadini. Ecco perché proponiamo che la Giunta Comunale revochi la delibera di cui sopra al fine di poter deliberare una proposta concreta e politicamente condivisa, quale “ L’ACCORPAMENTO DEI TRE LICEI DI CITTANOVA stante l’omogeneità di studi al fine di impedire che il nostro paese venga ulteriormente spoliato per dinamiche interne di partito. Pertanto investiremo della questione i rappresentanti di Centrodestra componenti il Consiglio della Città Metropolitana ed in Consiglio Regionale a sostegno della battaglia a difesa del Liceo Classico Vincenzo Gerace di Cittanova. CITTANOVA, PER CULTURA, TRADIZIONE E STORIA DEVE MANTENERE IL RUOLO DI PRESTIGIO CHE HA SEMPRE AVUTO NEGLI ANNI.

Fratelli d’Italia-An
Pres. Domenico Fonti

per Forza Italia
ll direttivo cittadino

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.