4 Dicembre 2020

Il Centro Studi, Ricerche e Documentazione Cinematografica “Francesco Misiano” di Ardore, organizza ogni due anni un evento culturale riguardante la figura di Francesco Misiano, un illustre personaggio nato ad Ardore, in Calabria, nel 1884, diviso tra attività politica e cinema. Partecipa alla nascita del Partito Comunista d’Italia e ai moti spartachisti in Germania. Negli anni Venti diviene produttore di spicco del cinema sovietico (con la Mezrabpom, realizza, tra gli altri, La madre di Pudovkin e Aelita di Protazanov; con la Prometheus distribuisce in Germania La corazzata Potëmkin), negli anni Trenta dà rifugio a registi e intellettuali in fuga dal nazismo. Il film, prodotto da Cineteca della Calabria e Comune di Ardore, mescola documentario e finzione, testimonianze e sequenze dai film prodotti. Il Premio Misiano ha l’obbiettivo di far conoscere, a livello nazionale ed internazionale, il Misiano personaggio poliedrico che ha avuto un grande impatto, non solo nel campo della politica, ma anche in quello della produzione cinematografica europea e, in particolare, sovietica, nel periodo successivo alla prima guerra mondiale. Il Centro Studi Francesco Misiano conferirà il Premio Internazionale alla Produzione Cinematografica 2017 al regista Giorgio Diritti a margine della proiezione de ‘Il Caso Misiano’ di Eugenio Attanasio e Giovanni Scarfò alla cineteca di Bologna.

 

ALESSANDRA BEVILACQUA|redazione@telemia.it

Facebook Comments

Di

CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.