Lun. Apr 19th, 2021

Il capogruppo di opposizione Vanessa Riitano della lista “Roccella bene comune” interviene al Tg di Telemia sulle interrogazioni rimaste senza risposta da parte dell’amministrazione comunale:

L’Interrogazione consiliare è uno degli strumenti più importanti che la minoranza ha per svolgere il suo compito di controllo dell’azione amministrativa.

In questo periodo si è intensificato l’uso dell’interrogazione, per tutta una serie di situazioni che ci sono sembrate quantomeno nebulose.

Le risposte che però ci sono state fornite sinora dalla giunta, sono del tutto insoddisfacenti, approssimative e vaghe.

In particolare le risposte alle due ultime interrogazioni protocollate, quella sul jazz e quella sulla questione della pulizia del paese, sono una non risposta, poiché arrivano 20 giorni prima della scadenza dei termini imposti da regolamento, per dirci che le materie su cui abbiamo interrogato sono troppo complesse per avere una risposta nei tempi previsti.

Ora noi, sbigottiti e increduli, chiediamo all’amministrazione e al sindaco quale complessità impedisca loro di fornire alla minoranza i dati relativi a manifestazioni jazz degli anni 2015 e 2016 che già dovrebbero essere nella piena disponibilità del Comune e soprattutto i dati relativi alla manifestazione del 2017, visto che dopo due giorni dalla chiusura della stessa, l’assessore all’ambiente zito dichiarava alla stampa un successo da capogiro e che sarebbero stati pubblicati a breve tutti i dati del jazz.

Aspettiamo da tre mesi. Sarebbe ora di farceli avere, se ci sono.

Relativamente all’interrogazione sull’ambiente ci chiediamo quale difficoltà ci sia a fornirci informazioni circa le buone pratiche di pulizia e la gestione igienico-sanitaria del territorio.

Quale sia la difficoltà a dirci quando verranno eseguite disinfestazione e derattizzazione, come si intende procedere con il randagismo, con l’abbandono dei rifiuti indiscriminato, con lo stato di incuria in cui versano le periferie e con la pulizia quantomeno sommaria degli alvei e degli sbocchi a mare. Cosa fondamentale quest’ultima , visto il pericolo dovuto alle piogge insistenti .

Questo comportamento da parte della maggioranza e del sindaco è inaccettabile, poiché oltre che una mancanza di rispetto ci sembra un impedimento alle nostre funzioni di opposizione.

Un’ultima considerazione: se l’assessore all’ambiente si occupa di un festival musicale vogliamo sperare che l’assessore alla cultura si occupi del campo sperimentale dei vitigni autoctoni che ci risulta ad oggi completamente abbandonato a se stesso,all’incuria e alle intemperie.

redazione@telemia.it

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.